Sei in: Accueil » Libri » L’isola di Arturo di Elsa Morante

L’isola di Arturo di Elsa Morante

L'isola di Arturo di Elsa Morante

Elsa Morante è famosa nel panorama della letteratura per il suo romanzo d’esordio “Menzogna e sortilegio”, un romanzo caratterizzato da uno stile neorealistico costruito con una forte capacità stilistica di una delle autrici più famose della letteratura italiana.

Nel 1957, Elsa Morante pubblica uno dei suoi libri più famosi, L’isola di Arturo, romanzo che le ha permesso di vincere il Premio Strega di quell’anno. Edito da Einaudi, e ambientato al tempo della seconda guerra mondiale, per la precisione nel 1939, il romanzo racconta la storia di un bambino di nome Arturo, che in prima persona, catapulta il lettore nell’isola in cui vive, Procida.

L’isola di Arturo: un accenno alla trama

Arturo è un ragazzino difficile, incompreso dal padre, unico genitore che si occupa di lui e che non si rende conto della solitudine in cui vive le sue giornate. La madre del bambino è deceduta, e il padre, sempre impegnato con il lavoro, non si cura molto di Arturo, che trascorre le giornate principalmente con la sua balia, Silvestro. Il bambino tiene per sé il senso di isolamento che prova nei confronti del genitore e gli vuole bene come se fosse un eroe della sua favola preferita. Non si può dire che non sia ricambiato, perché qualsiasi padre vuole bene al proprio figlio, ma le dimostrazioni di affetto nei confronti di Arturo si riducono veramente a poco; il padre è sempre impegnassimo tra viaggi e amici.

Il rapporto padre-figlio cambia quando entra a far parte della loro vita una donna, Nunziatella, che diventerà la matrigna di Arturo. Nei primi periodi egli prova un sentimento di gelosia per la fidanzata del padre; poi il sentimento cambia e Arturo si invaghisce di Nunzia. Il sentimento non ricambiato per la matrigna lo porterà a dare un taglio netto al passato, a non tornare più indietro su tutto ciò che prima lo rendeva triste e lo preoccupava.
Arturo non si rende conto che quello che prova per la matrigna è una fissazione, qualcosa di collegabile alle poche attenzioni che riceve dal padre. Il protagonista farà di tutto per farsi notare da lei, tenterà anche il suicidio, senza ottenere i risultati sperati.La sua vita cambia dopo che ritrova la sua balia Silvestro, imbarcatosi per la guerra.

L’Isola di Arturo è un capolavoro neorealista da consigliare a chi ama le vicende introspettive e psicologiche dei personaggi. Ha un ritmo un po’ lento e potrebbe non piacere a chi invece è abituato alle letture più coinvolgenti e ricche di suspense, ma le capacità stilistiche di Elsa Morante fanno parte di un bagaglio letterario che aiuta a conoscere una delle più grandi scrittrici che fanno parte della cultura italiana.

SCHEDA TECNICA

AUTORE: Elsa Morante
TITOLO:  L’isola di Arturo
EDITORE: Einaudi Tascabili
PAGINE: 398
EURO: 12,00 euro
ISBN: 9788806175047

Formato Kindle: L’isola di Arturo (Einaudi tascabili. Scrittori)

@RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

L’isola di Arturo di Elsa Morante, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Autore

laureata in comunicazione e pubbliche amministrazioni è copywriter freelance, web writer e blogger compulsiva. La trovi sul suo sito professionale Copywriter4you e su Sono una mamma, un diario virtuale sulla gravidanza e la maternità. L'amore per i libri ha fatto nascere Leggeremania.

Numero di articoli : 89

Commenti (1)

  • simona caporali

    Scusa ma ci sono alcune inesattezze in questa recensione:
    Arturo che racconta non è un bambino, ma è adulto che racconta della sua preadolescenza e adolescenza (soprattutto).
    Arturo non è assolutamente un ragazzino difficile, è semplicemente molto solo, molto intelligente e colto, preferisce vivere di avventure, immaginarie o meno, in modo solitario, un po’ per rifiuto della piccola e insulsa, a suo parere, società di procida, ma soprattutto perchè vive nell’attesa di suo padre, un padre idealizzato che da lui è considerato un eroe e un grande viaggiatore.
    Arturo si innamora (non si invaghisce) della matrigna che, chiaramente, lo ricambia sebbene cerchi di nasconderlo in tutti i modi al punto di essere gelida, perchè non vuole diventare adultera.
    La tua recensione banalizza un po’ troppo questo capolavoro.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    Rispondi

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su