Sei in: Accueil » Libri » Il giorno prima della felicità di Erri De Luca

Il giorno prima della felicità di Erri De Luca

Il giorno prima della felicità di Erri De Luca:  Un giovane viene istruito alla scuola della vita in una Napoli del secondo dopoguerra che sarà costretto ad abbandonare.

 

il-giorno-prima-della-felicità-Erri-de-Luca-copertina-libroSiamo nella Napoli del secondo dopoguerra, in un caseggiato popolare, in particolare in un palazzo tenuto in ordine da Don Gaetano, un portiere un po’ speciale che diventa quasi un padre per il giovane protagonista, un ragazzino smilzo e molto intelligente. Un giorno il bambino, giocando con altri bambini del palazzo, deve andare a recuperare il pallone dietro una statua e gli si apre un mondo: scopre il nascondiglio di un ebreo durante la guerra. E don Gaetano, spiegandogli il passato, gli fa da guida attraverso gli anni dell’infanzia, quando incontra lo sguardo di una bambina, Anna, oltre un vetro. Quella bambina un giorno se ne andrà e ritornerà adulta, già donna. Il protagonista conosce così il valore dell’amore, oltre alle sue origini. Il portiere, infatti, per i suoi diciotto anni gli spiega che aveva conosciuto suo padre, un soldato, e questi aveva sparato alla moglie dopo aver saputo che passava il suo tempo insieme ad un americano.

I suoi racconti diventavano miei. Riconoscevo da dove venivo, non ero figlio di un palazzo, ma di una città. Non ero un orfano di genitori, ma la persona di un popolo… Ero uno di Napoli, per compassione, collera e per vergogna di chi arriva a nascere.

A quel punto tutto sembra tranquillo ma la situazione si capovolge completamente. Anna in realtà è fidanzata con un camorrista che è in galera, ma che quando esce, avendo saputo che la sua donna è stata col ragazzo, va a cercare quest’ultimo per regolare i conti. Inizialmente non lo trova, ma poi lui si fa trovare. Grazie a Don Gaetano che lo ha preparato alla vita (“t’aggia ‘mparà e t’aggia perdere”, ti devo insegnare e ti devo perdere, gli diceva) regalandogli anche un coltello, il giovane riesce ad averla vinta lasciando sul pavimento il delinquente, ma è costretto ad andarsene in Argentina, dove il portiere ha contattato un amico che si occuperà di lui.

Il modo di raccontare di Erri De Luca è sempre poetico, evocativo nei confronti delle atmosfere partenopee. In Il giorno prima della felicità lo avvertiamo non solo dalle descrizioni (dei luoghi, perchè quelle dei personaggi non sono molto particolareggiate) ma anche dai racconti di don Gaetano, il portiere mentore che racconta di quella Napoli di sfondo, allo stesso tempo monarchica e anarchica.

Ma la cosa che forse colpisce di più in questo breve romanzo è il rapporto dello “smilzo” (il protagonista) con Anna. Da bambini quasi la venera come un essere intoccabile al di là del vetro, da grandi si lascia trasportare da una passione che non si riesce a definire bene. Lei dice di essere pazza e infatti cerca qualcosa che non esiste, una sorta di passione del sangue, vuole emozioni troppo forti. Emozioni che il ragazzo non capisce ma accetta perchè vengono da quella figura mitica. E forse Anna vuole le lacrime, quelle che versa durante lo scontro tra lo smilzo e il fidanzato, scontro che significa addio.

Nonostante la poesia che troviamo tra le varie pagine di Il giorno prima della felicità, in ogni riga del romanzo, questo non sembra essere il lavoro più bello dello scrittore napoletano, che qui non esplicita bene quale sia il giorno prima della felicità. Questo deve interpretarlo il lettore. Narrazione di altissimo livello, comunque.

VOTO: 7

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Erri De Luca
TITOLO: Il giorno prima della felicità
EDITORE: Feltrinelli – Universale Economica
PAGINE: 133
EURO: 7,00
ISBN: 978-8807722301
Formato Kindle:Il giorno prima della felicità (I narratori)

NOTA SULL’AUTORE:

Erri-De-luca Erri De Luca, nato a Napoli nel 1950, è una delle voci più belle della nostra letteratura contemporanea. Dopo una gioventù avventurosa, si è dedicato alla narrativa, scrivendo romanzi che hanno conquistato il cuore di tutti. Fra questi: Non ora, non qui, In alto a sinistra, Tu, mio, Montedidio, In nome della madre, I pesci non chiudono gli occhi, La doppia vita dei numeri, suo ultimo lavoro.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (4 votes cast)

Il giorno prima della felicità di Erri De Luca, 5.0 out of 5 based on 4 ratings

Autore

laureata in lingue e culture moderne e studentessa in lingue e letterature moderne dell'occidente e dell'oriente. Siciliana, amante della sua terra e dei libri, coltiva anche altre passioni come danza e sport. Generalmente predilige i grandi classici, soprattutto italiani e inglesi, ma ama spaziare in tutti i campi della letteratura senza precludersi nulla.

Numero di articoli : 41

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su