Sei in: Accueil » Libri » Manola di Margaret Mazzantini

Manola di Margaret Mazzantini

Manola di Margaret Mazzantini …e verrebbe da domandarsi, chi siamo noi, se non buio e luce che si compenetrano e formano l’unità della nostra persona?

manola-margaret-mazzantini-copertina-libroUn racconto suggestivo quello delle pagine di Manola, con la scrittura così realistica e talvolta tagliente che caratterizza i libri della Mazzantini. E come sempre, c’è un forbito utilizzo di sostantivi e aggettivi, così spesso inutilizzati nel comune nostro linguaggio, che riesce a dare il preciso colore e il giusto tono alla descrizione che l’autrice vuol dare di quel determinato oggetto o sentimento.

Manola.…già, chi è la figura di Manola che dà il titolo al romanzo? L’immagine di un’anima saggia che riesce ad ascoltare ogni nostra argomentazione senza di proposito intervenire, senza criticare per darci la sua opinione. Più probabilmente è uno specchio al quale ognuno di noi può dichiarare e confessare tutto, guardandoci, mentre parliamo, dritto negli occhi e senza temerne per questo il giudizio, poiché i nostri occhi si riflettono specularmente in se stessi. E, finalmente, possiamo così leggerci dentro senza velo alcuno e senza timore di mostrarci.
E scopriamo così nelle pagine del libro due gemelle tanto diverse, tanto contrapposte, eppure cosi intercambiabili nella loro essenza; perché, verrebbe da pensare, “chi sono io se non l’unità data dal mio essere e dal mio non essere?”, ossia, quella composizione alchemica perfetta di buio e luce che formano la mia persona?”. Sì, l’integrità della nostra persona…

Per questo le due sorelle, Ortensia e Anemone, arrivano addirittura a scambiarsi il ruolo di vita, e arrivano persino a innamorarsi della stessa “macchietta” di persona, così animale nel suo essere uomo, colmo di olezzi e di un aspetto fisico deplorevole e ripugnante agli occhi del lettore, che si strafoga di cibo a ogni ora del giorno e della notte, giustificandosi con la mancanza di amore materno.
Ortensia, sofferente anch’essa per mancanza di amore genitoriale, è la gemella che nessuno si aspettava, colei che non viene riconosciuta dalla madre neppure al momento del parto e le cui caratteristiche fisiche e interiori fanno rabbrividire i componenti della sua stessa famiglia. I genitori non sanno comprenderla nei suoi reali bisogni e fondamentalmente non accettano questa figlia così spettrale e borderline, come potremmo definirla.
Anemone, molto attenta al suo aspetto fisico, ha desiderio di sentirsi femmina e di conquistare il plauso di occhi esterni. È più facile per lei essere amata dai genitori, riesce a farsi ben volere e a soddisfare le loro aspettative e, in qualche modo, sembra essere più solida interiormente, ancorché possa apparire più superficiale nel proprio modello di vita.

Ma tutto si trasforma nello svolgersi della vita e attraverso le pagine del libro, ed è curioso come la Mazzantini abbia voluto raccontare la storia di due gemelle, sapendo bene quanto i destini e le vite di questo particolare tipo di fratelli siano legate da un invisibile filo emotivo che nessuno potrà spezzare.

Così, Poldo, uomo-animale, fa innamorare di sé, prima Ortensia, che in lui vede un saggio e poi Anemone che in lui vede il maschio, come detto, al limite della decenza con le sue manifestazioni esteriori. La storia di Manola si intreccia, le vite si intrecciano e si confondono in una danza che porta dallo spessore dell’essere umano al suo degrado, una danza che circonda le protagoniste di un ritmo inevitabile e inconsueto, forse, e le rende artefici di un destino che sembra aggrovigliare le loro due anime.

La Mazzantini trasmette chiaro il proprio messaggio tramite questo libro:  ognuno deve seguire i propri sogni e la propria realizzazione senza permettere a niente e a nessuno, neppure a uno pseudo amore, di modificare la nostra essenza. Questo è  il vero nocciolo di tutta la nostra vita, il riconoscere chi siamo davvero noi e cosa ci appartiene e cosa appartiene, invece, ad altri, le cui proiezioni sono incollate sulla nostra pelle.

Tutti abbiamo una gemella, non fisica ma energetica, e, proprio per questo, ancora più potente, perché tutti abbiamo il nostro doppio, che lo desideriamo oppure no, e con esso dobbiamo necessariamente fare i conti. Prima li faremo, prima riusciremo a sentirci davvero liberi e realizzati, nel nostro peculiare divenire esseri umani.


VOTO:
6

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Margaret Mazzantini
TITOLO: Manola
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 252
EURO: 6,99
ISBN: 9788852011368
Formato Kindle:Manola (Oscar bestsellers)

NOTA SULL’AUTRICE:

margaret_mazzantiniMargaret  Mazzantini nasce a Dublino il 27 ottobre 1961. Il suo esordio in letteratura è del 1994 con Il catino di zinco e si impone subito a pubblico e critica per la forza evocativa della sua prosa. Seguono Manola nel 1999, Non ti muovere, che pubblica nel 2001 e Zorro del 2004. Nel novembre 2008, dopo pochi mesi di lavoro appassionato e febbrile, esce Venuto al mondo con il quale vince il premio Super Campiello 2009 e da cui è stato tratto il film omonimo. Nel 2011 esce Nessuno si salva da solo e nel 2012 Mare al mattino, suo ultimo lavoro letterario.

 




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.8/5 (6 votes cast)

Manola di Margaret Mazzantini, 4.8 out of 5 based on 6 ratings

Autore

Nella vita di tutti i giorni si occupa di numeri e di gestione aziendale ma la sua vera passione è scrivere e appena può fugge in quel mondo che realmente le appartiene, ossia in quello della composizione, sia in poesia che in prosa.

Numero di articoli : 17

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su