Sei in: Accueil » Libri » Di Lama e d’ocarina. Storie di tango di Francesco Scarrone

Di Lama e d’ocarina. Storie di tango di Francesco Scarrone

Di lama e d’ocarina: Francesco Scarrone scrive del più grande tanguero della Pampa, Diego Alvaro de Marenquio Manasero y Gregorio.

Di-lama-e-d'ocarina-Francesco-Scarrone-copertina-libroFrancesco Scarrone è uno scrittore esordiente con casa editrice altrettanto esordiente e davvero brillante, Gorilla Sapiens Editrice, come si può notare leggendo i libri editi dei quali fa parte Di Lama e d’ocarina.

Di lama e d’ocarina. Storie di tango, questo il titolo per esteso, è un libro di racconti  in cui  Scarrone scrive una storia di tango ironica, dolorosa, nostalgica del più grande tanguero della Pampa, Diego Alvaro de Marenquio Manasero y Gregorio.

Cosa fa di un uomo un grande tanguero? “L’ombra sul volto, il cerotto sul cuore e una pallina in tasca”, gli disse un chitarrista che veniva da Buenos Aires, ma non gli spiegò il perché della pallina perché morì prima.  Portare la pallina in tasca era come portare con sé ricordi felici.

“Non può esistere tristezza senza aver conosciuto la felicità”.
Da quel momento iniziò il peregrinare di Diego Alvaro de Marenquio Manasero y Gregorio che aveva l’ombra sul volto e la pallina in tasca, ma gli mancava il cerotto sul cuore.

Suona cuore mio suona,
se non per le loro orecchie fallo almeno
per i miei piedi che hanno sete di tango.

Si abbassarono le luci. Rimasero le candele accese sui tavolinetti che riflettevano la fiamma sui bicchieri, e le fiamme dei fiammiferi che appiccicavano le sigarette. Dalle sigarette saliva il fumo. Il fumo restava a mezz’aria come la nebbia sul porto. Il porto gli ricordò il suo amore. E il suo amore, un dolore e un cerotto sul cuore. Diego Alvaro de Marenquio Manaero y Gregorio toccò la sua chitarra e al primo accordo quattro donne svennero.

Di lama e d’ocarina è una bella e triste storia da leggere per capire il mondo del tango, della Milonga (termine che può indicare il tango e il luogo del tango).  Questa storia risolleva lo stato umorale nero del libro, con la sua ironia e con piccoli tratti comici riconducibili al muflone patagueño.

Le altre storie brevi sono un concentrato di passione, di note struggenti, di amore disperato. Di lama e d’ocarina è incentrato sul mondo del tango rappresentato anche dal mondo del teatro che più di ogni altro può evocarne gli effetti ed esprimere i concetti.

Vale la pena di esser letto abbandonandosi alle dolci e tristi note che raccontano la storia.


VOTO:
8

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Francesco Scarrone
TITOLO: Di lama e d’ocarina – Storie di tango
EDITORE: Gorilla Sapiens Editrice
PAGINE: 128
EURO: 12,50
ISBN: 978-88-907197-2-1

NOTA SULL’AUTORE:

Francesco Scarrone scrive per il cinema e per il teatro. Sceneggiatore di Scanio per la regia di Paolo Mitton.  Ha scritto Ecuba – ovvero il banchetto dei morti per Franca Nuti, con la partecipazione del Teatro degli appesi. Di lama e d’ocarina è il suo primo libro, edito nel 2012 dalla casa editrice Gorilla Sapiens. Scarrone ha partecipato ad un concorso indetto dalla casa editrice, che è stato scelto insieme ad altri racconti, compresi poi in un altro libro. Alcuni di questi brani sono stati musicati e portati in scena dal gruppo di tango MaMaGré.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)

Di Lama e d’ocarina. Storie di tango di Francesco Scarrone, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Autore

Numero di articoli : 4

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su