Sei in: Accueil » Libri » Tentativi di botanica degli affetti di Beatrice Masini

Tentativi di botanica degli affetti di Beatrice Masini

Tentativi di botanica degli affetti di Beatrice Masini: Ma poi l’aspirazione è dappertutto, quando l’animo è ben disposto ….

tentativi-di-botanica-degli-affetti-beatrice-masini-copertina-libroTentativi di botanica degli affetti è un libro veloce che si legge tutto d’un fiato, che ci colloca all’inizio dell’Ottocento, in un momento storico in cui la Ruota di Milano poteva accogliere figli illegittimi e intorno ad essa la nostra protagonista crea le proprie fantasie e i propri personali convincimenti che, assieme ai suoi disegni, fanno da ossatura all’intero romanzo.
Bianca infatti è un’abile acquarellista che viene chiamata a ritrarre il patrimonio botanico di Don Titta, un poeta di fama dell’epoca, che si sposta tra la campagna milanese e la città di Milano. Lui è un personaggio con l’irrequietezza tipica dei poeti e che stenta a collocarsi nella quotidianità della materia, pur avendo accanto a sé una moglie e aver procreato molti figli. Bianca rimane affascinata da questa figura che sfugge a ogni semplice e chiara definizione.
La grande casa dove vivono è governata dalla mamma matriarca del poeta e al suo interno circolano intellettuali di varia levatura e persone della nobiltà milanese.
Bianca è incuriosita e, venuta a contatto con i racconti sulla Ruota di Milano, fantastica di poter trovare i veri genitori di Pia, una delle servette all’interno della grande casa. Cerca di raccogliere indizi credendo, alla fine, di aver addirittura scoperto la verità sulla famiglia natia della ragazzina, non rendendosi conto che la realtà, spesso, dipende solo dal punto di vista dell’osservatore.
Il racconto ci mostra questa piccola donna che

prova un immenso, inesausto piacere nella classificazione sistematica di inclinazioni e sentimenti altrui (..) per sentirsi rassicurata dalle divisioni in famiglie e sottofamiglie.

Bianca cerca così di ricostruire una sua personale botanica degli affetti, credendo in tal modo di poter catalogare mentalmente i sentimenti altrui. E’ giovane, intelligente e arguta ma allo stesso tempo si rivela essere molto ingenua. E sarà proprio la sua ingenuità a farla cadere in tranelli di vario tipo, alcuni dei quali anche dolorosi.

Tentativi di botanica degli affetti  è un romanzo che riesce a farci leggere frasi in dialetto e anche una sintassi tipica del linguaggio popolare. I personaggi sono per lo più colorati di simpatia e l’autrice ci fa respirare appieno l’aria delle case dei signorotti dell’epoca, i cui muri trascorrevano ore tra le beghe dei servi e i discorsi talvolta pomposi degli aristocratici.
La nostra protagonista riesce ad inserirsi molto bene nell’ambiente intorno a lei e i suoi acquerelli vengono acquistati da varie famiglie facoltose di Milano. Ancora di più viene richiesta la sua opera quando lei modifica la propria tecnica e riscopre così

foglie e fiori ridotti a pura idea, anzi, no, non ridotti: elevati. L’intrico dei rami spogli staccati o raccolti nel giardino di Milano si è rivelato un soggetto ideale per quel nuovo corso: segni puliti, nitidi, gli alberi come ossi di seppia, denudati del loro senso pronti ad assumerne un altro.

Probabilmente il messaggio sottile che sottende l’intera narrazione è quello della scelta più o meno difficile che sempre la vita impone a ognuno di noi e “tutto ciò che tu scegli diventa responsabilità morale ancor prima che sociale“. Ma, più avanti l’autrice fa dire a Bianca che “c’è chi non può scegliere e deve fare come può”, confondendo appositamente i due piani e contaminando le sue convinzioni di donna libera con la mentalità soggiogata delle servette di don Titta.

Un libro che trasmette voglia di natura ma anche desiderio di amore come

la luce di un bacio, il primo, che si scioglie sulle labbra, bollente come un fiocco di neve raccolto da un bambino a faccia in su.


VOTO:
7

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Beatrice Masini
TITOLO: Tentativi di Botanica degli affetti 
EDITORE: Bompiani
PAGINE: 336
EURO:17,50
ISBN: 45272264
Formato Kindle:Tentativi di botanica degli affetti (Narrativa – Letteraria italiana)

NOTA SULL’AUTRICE:

Beatrice-MasiniBeatrice Masini è nata a Milano. E’ giornalista, traduttrice, editor e autrice di storie e romanzi per bambini e ragazzi. Ama Londra, la campagna, i fiori. Le piace leggere, scrivere e nuotare. Oltre a Tentativi di botanica degli affetti ha scritto anche Se è una bambina e Ciao, tu, scritto a quattro mani con Roberto Piumini.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Tentativi di botanica degli affetti di Beatrice Masini, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Autore

Nella vita di tutti i giorni si occupa di numeri e di gestione aziendale ma la sua vera passione è scrivere e appena può fugge in quel mondo che realmente le appartiene, ossia in quello della composizione, sia in poesia che in prosa.

Numero di articoli : 17

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su