Sei in: Accueil » Libri » Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

Mille splendidi soli di Khaled Hosseini: quando l’amicizia e il coraggio diventano armi potenti per riconquistare speranza e libertà.

Mille-splendidi-soli-khaled-hosseini-copertina-libroDi ritorno dalle vacanze ho voluto concedermi una pausa, all’ombra dell’ultimo sole, per scostarmi dal trambusto estivo che rimbombava nella mia mente come un’eco troppo insopportabile. Ho deciso di prendere un tè con due care amiche che non incontravo da tempo e che mi mancavano. Sapevo di certo che un giorno, non molto lontano, le avrei ritrovate.
Le avevo conosciute nel novembre del 2010 e le loro storie mi avevano colpito al punto da non riuscire più a dimenticarle, persino nel sonno mi comparivano con i loro visi stanchi, ma con il bagliore del coraggio sempre vivo negli occhi. Anche questa volta mi sono seduta e ho ascoltato le loro storie …

Mariam,15 anni, è un harami, (figlia illegittima) e vive presso un’umile abitazione sperduta in una radura lontana dalla città di Herat assieme a sua madre, donna dura e disillusa dalla vita che le ricorda, quasi fosse una profezia, che

Come l’ago della bussola segna il nord, così il dito accusatore dell’uomo trova sempre una donna cui dare la colpa.

Derubata dei sogni di bambina, Mariam ha imparato presto che la donna è un essere destinato a subire e a sopportare. Costretta a sposare un uomo molto più grande di lei di nome Rashid, sgraziato e ossessionato dal desiderio di avere un figlio maschio, proverà l’umiliazione dei numerosi aborti in una società in cui la donna è relegata a ruolo di madre e moglie sottomessa. Nascosta dietro l’oscuro e pesante burqa, osserverà il mondo sotto le sue spietate ombre.

Laila, nata diciannove anni dopo Miriam nella notte del colpo di stato, vive a Kabul con la sua famiglia. I fratelli sono partiti per combattere la loro guerra santa e, ormai adolescente, trascorre le sue giornate al sole della rassicurazione che con costanti premure le riserva il padre, insegnante presso l’Università della città, il quale crede nel progresso del Paese grazie al contributo delle donne alle quali è concessa la possibilità di riscattarsi attraverso la cultura. E’ innamorata di Tariq, compagno fedele sin dai tempi d’infanzia, di un amore puro e autentico. I confini della circostante realtà che diventa di giorno in giorno più spietata si dileguano nei loro abbracci sinceri, lasciando spazio alla speranza verso un domani migliore.

Le vite delle due protagoniste si incrociano imprevedibilmente, quando la città di Kabul sotto assedio si ritrova a mostrare ai suoi abitanti scheletri di maestose strutture di un passato di gloria, ormai svuotata di ogni sua grazia. Laila, persa la famiglia in seguito a un bombardamento e avendo scoperto di aspettare un figlio da Tariq che ormai crede morto, si ritrova a dover sposare Rashid al quale farà credere in seguito che il bambino è suo. Nella sua nuova abitazione conoscerà Mariam. La diffidenza con cui la donna la accoglie, pian piano si scioglie e fra le due si instaura un legame di profonda solidarietà. Mariam adotta Laila e i suoi figli come creature indifese da proteggere.
Le drammatiche vicende che affronteranno insieme renderanno le donne più forti e consapevoli della difficoltà di essere madri in una città retta da un regime sovversivo che impone leggi spietate sul piano umano. Non per questo le protagoniste rinunceranno alla loro dignità. Sottomesse, percosse e umiliate, troveranno la forza di ribellarsi e trovare una via di fuga per riscattare le loro vite. Anche se il destino delle due amiche prenderà strade diverse, l’impronta del loro legame profondo non si cancellerà mai dal sentiero delle loro dure esistenze.

Mille splendidi soli di Khaled Hosseini è una storia di perdite ma allo stesso tempo di conquiste. Si dice infatti che la vita dona e la vita toglie e di fatto è questo che accade alle protagoniste. Da una parte le due donne perdono l’affetto delle famiglie di origine e la loro libertà di sognare, dall’altra grazie alla scintilla di una forte e sincera amicizia trovano una nuova ragione per riprendere a sperare.
Un romanzo coinvolgente, che entra nel cuore dei lettori come una giornata di sole dopo un rigido inverno. I sentimenti che scaldano sono quelli dell’amore, dell’amicizia e della solidarietà, che restano vivi pur nella sofferenza e nelle privazioni, perché laddove l’umanità rischia di essere schiacciata dall’inspiegabile e inaccettabile malvagità, lì germoglia nuova vita. Di fronte alla consapevolezza che le vicende narrate portano i segni di una realtà non molto lontana dalla nostra, spesso celata dietro notizie falsate, non si può restare indifferenti e cominciare a interessarsi ai luoghi descritti, domandandosi in quale angolo ancora oggi una Miriam o una Laila stanno combattendo la loro guerra personale.
I luoghi in cui si svolgono le vicende diventano infatti presenze palpitanti. Le rievocazioni che ne fanno alcuni personaggi della storia racchiudono tracce di un passato epico, contemplato per la sua atmosfera artistica e poetica che un tempo vi si respirava. Il papà di Mariam, durante i loro incontri fugaci, definisce così Herat

In questa città non si poteva stendere una gamba senza dare una pedata in culo a un poeta.

 

Uno di questi poeti è di sicuro Saib-Tabrizi che nel 1600 dedicò alla città di Kabul un famoso verso da cui l’autore ha preso spunto per il titolo del romanzo “ Non si possono contare le lune che brillano sui suoi tetti, né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i suoi muri”.

Una storia imperdibile, che dopo il precedente successo de Il cacciatore di aquiloni, conferma l’abilità della penna di Khaled Hosseini nel lasciare un inconfondibile segno nella memoria dei lettori.

VOTO: 10

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Khaled Hosseini
TITOLO: Mille splendidi soli
EDITORE: Piemme
PAGINE: 416
EURO: 12,00
ISBN: 978-88-566-1563-0
Formato Kindle:Mille splendidi soli (Bestseller)

 

NOTA SULL’AUTORE:

khaled-hosseini-scrittoreKhaled Hosseini, scrittore e medico statunitense, è nato a Kabul dal 1980 vive negli Stati Uniti. È l’autore del libro campione di vendite, Il cacciatore di aquiloni. Nel 2007 ha pubblicato il suo secondo libro intitolato Mille splendidi soli che, soltanto in Italia, ha venduto più di un milione di copie. La casa di produzione di Steven Spielberg, DreamWorks, ha acquistato i diritti di entrambi i romanzi, per trarne dei film. Il suo ultimo romanzo, E l’eco rispose, è uno dei libri più venduti del 2013.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (4 votes cast)

Mille splendidi soli di Khaled Hosseini, 5.0 out of 5 based on 4 ratings

Autore

laureata in Filosofia, è attualmente giornalista freelance per una rivista del settore automotive. Adora leggere da quando ha 8 anni sviluppando subito una predilezione per i classici della letteratura straniera dell’800. Le sue letture spaziano in tutti i generi. Nel tempo libero si diletta a scrivere racconti brevi e poesie.

Numero di articoli : 45

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su