Sei in: Accueil » Libri » L’importo della ferita e altre storie di Pippo Russo

L’importo della ferita e altre storie di Pippo Russo

L’importo della ferita e altre storie di Pippo Russo – Frasi veramente scritte dagli autori italiani contemporanei. Faletti, Moccia, Volo, Pupo e altri casi della narrativa di oggi. Un’attenta e divertente analisi dei maggiori fenomeni letterari odierni.

pippo-russo-importo-della-ferita-altre-storie-copertina-libroChi non è mai incappato nella “cecità del lettore” alzi la mano. La locuzione è mia, ma non avrei saputo come definire meglio quel fenomeno per cui quando leggiamo non ci accorgiamo, tanto siamo presi da un libro, degli sfondoni di logica, grammatica, sintassi, storia, ecc., che gli autori fanno. Questo perchè probabilmente quando abbiamo in mano un romanzo pensiamo a distrarci dalla vita quotidiana e ci dedichiamo più al relax che ad un’analisi di quello che troviamo scritto.

Ecco, Pippo Russo nel suo libro, L’importo della ferita e altre storie, fa esattamente il contrario: si concentra sulla qualità delle trame e sulla forma in cui i libri presi in esame sono scritti. E dati i suoi commenti, se anche avesse voluto appassionarsi alle trame, sarebbe stato impossibile.
Tanto per cominciare, il titolo deriva da una frase veramente scritta a pagina 298 di Niente di vero tranne gli occhi di Giorgio Faletti:

Alla luce della torcia che aveva appoggiato sul tetto della macchina per avere le mani libere, l’uomo, con un gesto istintivo, sollevò la manica della tuta per controllare l’importo della ferita.

Se vi chiedete in che senso le ferite possano avere un importo, bisogna andare avanti nella lettura e Russo proverà spiegarlo chiedendo addirittura aiuto ad un’esperta di lingua inglese che più volte tenterà, insieme all’autore, di interpretare espressioni che sembrano ricalcate dall’inglese, come ad esempio Non girare attorno al cespuglio (mi ha fatta sorridere un sacco, viene da immaginare un tizio che gira intorno ad un cespuglio in maniera frenetica, mentre invece è solo una stentata traduzione da don’t beat around the bush).

Il libro è diviso in tre parti: la prima è dedicata ai libro-panettonisti, quelli che scrivono per conquistare il grande pubblico, e gli autori presi in esame sono Giorgio Faletti, Fabio Volo e Federico Moccia; la seconda tratta i narratori improvvisati, ovvero quelli che sono già famosi di per sè e si mettono pure a scrivere un libro, quindi Pupo e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro; la terza ed ultima parte si concentra sui premiati, cioè quegli scrittori che hanno pure vinto dei premi, e sono due, Antonio Scurati e Alessandro Piperno.
Ora, io non ho letto nessuno di questi autori e quindi mi sono inoltrata in un territorio sconosciuto, ma l’analisi condotta da Pippo Russo è davvero interessante. Si potrebbe pensare che l’operazione – che l’autore precisa non essere di critica letteraria, bensì di sezionamento e analisi del testo scritto – sia condotta con pedanteria e snobismo, ma non è affatto così. Confesso che per la maggior parte del tempo che ho passato a leggere non sono riuscita a trattenere le risate.

Faccio un piccolo esempio tratto da pagina 172 (l’autore prima cita uno stralcio di Ho voglia di te di Moccia e poi lo commenta):

Passiamo davanti a un gruppetto di ragazze e ragazzi che ci guardano più o meno divertiti, sognanti le prime, imbarazzati i secondi. Questo è quello che mi sembra di leggere sulle loro espressioni. E voliamo via. Cul de sac.
Vi state chiedendo cosa diamine c’entri quel cul de sac? Interrogativo ozioso, sul quale non vale la pena spendersi oltre. Come gli è passata per la testa l’ha scritta, e pace se non significa nulla.

Il viaggio tra le principali caratteristiche degli autori presi in esame vi permetterà di imparare moltissime cose. Io ad esempio non sapevo che Pupo e Sangiorgi si fossero cimentati nel genere thriller, che Piperno fosse ossessionato da pratiche sessuali di self-satisfaction (pardon per l’inglese, ma non oso tanto nella mia lingua madre), che Scurati avesse uno stile quasi oscuro o che Fabio Volo s’interessasse così tanto ai prodotti corporei tipici del gabinetto. Onestamente penso che i capitoli riusciti meglio siano quelli su Faletti l’Incredibile e Moccia.

Scorrendo le pagine di questo libro e ammirando il lavoro minuzioso che viene fatto, vi verrà da pensare “Finalmente. Qualcuno doveva pur scriverlo!”, e chissà quanto sforzo sarà costato a Russo che si è autoinflitto la tortura di leggere opere che in quanto a voti non vanno oltre il 5. Speriamo vivamente che ci sia un Importo della ferita 2, e la speranza non è vana dato che l’autore, nella conclusione, accenna a questa possibilità (pure per i tanti autori che per questioni di tempo e spazio sono stati esclusi e costituiscono materiale inedito). Ma naturalmente non prima di un lunghissimo periodo di riposo!

 

VOTO: 10

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Pippo Russo
TITOLO: L’importo della ferita e altre storie
EDITORE: Clichy Editore
PAGINE: 303
EURO: 15,00
ISBN: 978-88-6799-027-6

 

NOTA SULL’AUTORE:

Pippo-RussoPippo Russo è sociologo, saggista e giornalista italiano. Insegna sociologia all’Università degli Studi di Firenze, Scrive per l’Unità, il Messaggero, e per le edizioni fiorentina e palermitana di La Repubblica. Ha esordito nella narrativa nel 2006, con il romanzo Il mio nome è Nedo Ludi. Il suo ultimo libro è L’importo della ferita e altre storie. Frasi veramente scritte dagli autori italiani contemporanei. Faletti, Moccia, Volo, Pupo e altri casi della narrativa di oggi.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)

L’importo della ferita e altre storie di Pippo Russo, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Autore

laureata in lingue e culture moderne e studentessa in lingue e letterature moderne dell'occidente e dell'oriente. Siciliana, amante della sua terra e dei libri, coltiva anche altre passioni come danza e sport. Generalmente predilige i grandi classici, soprattutto italiani e inglesi, ma ama spaziare in tutti i campi della letteratura senza precludersi nulla.

Numero di articoli : 41

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su