Sei in: Accueil » Libri » La collina del vento di Carmine Abate

La collina del vento di Carmine Abate

Pubblicato nel 2012 da Mondadori e aggiudicatosi il premio Campiello, La collina del vento è una splendida saga familiare firmata Carmine Abate.

La-collina-del-vento-carmine-abate-copertina-libroTra le  pagine di La collina del vento, in cui si narra la vicenda della famiglia Arcuri dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni, storia e fantasia si incontrano fondendosi straordinariamente l’una con l’altra. Protagonista, al pari degli Arcuri, è la ventosa e rigogliosa collina del Rossarco, che dà il titolo al romanzo, di cui la famiglia è proprietaria. È un tripudio di  colori, profumi e sapori calabresi, che Carmine Abate ci descrive con estrema efficacia e precisione come tributo alla propria terra di origine.

La narrazione, che viene affidata a Rino, ultimo rappresentante degli Arcuri, procede su due piani temporali: uno passato, fatto di oscuri segreti, ed uno presente, in cui, al temine del romanzo, affiorerà ogni verità.

L’incipit è quello di un giallo. Un delitto, l’uccisione di due giovani, si consuma sotto gli occhi attoniti di Sofia, moglie di Alberto, il capostipite degli Arcuri, e dei suoi tre bambini. In particolare, la visione dei due giovani ammazzati resterà impressa nella memoria di Arturo, uno dei figli. Sofia, temendo per la propria vita e per quella dei suoi piccoli, non racconterà a nessuno i fatti di cui è stata testimone, anzi, porterà per sempre nel suo cuore quel terribile segreto. Intanto, alla vigilia della prima guerra mondiale, Paolo Orsi, il celeberrimo archeologo triestino, si reca sul Rossarco alla ricerca della mitica città greca di Krimisa. Inizia la campagna degli scavi che porta alla luce tesori di inestimabile valore, ma presto Paolo Orsi sarà costretto a sospendere gli scavi a causa della riesumazione dei corpi dei due giovani sconosciuti. Nel frattempo, nel corso della prima guerra mondiale, Alberto perde due dei suoi tre figli, gli rimane solo Arturo.

Segue il periodo del fascismo, durante il quale aumentano la prepotenza e l’arroganza dei latifondisti locali, specie di don Lico, ricco proprietario terriero che, interessato alle ricchezze sepolte nel Rossarco, intende appropriarsi della collina degli Arcuri.  Arturo si oppone a don Lico ed alle sue minacce, allora il regime  lo punisce mandandolo al confino a Ventotene. In questa occasione, sia Arturo, al confino, sia Michelangelo, il figlio rimasto a casa con la mamma Lina, maturano una propria coscienza politica, decisiva negli anni della seconda guerra mondiale e della lotta contro il nazifascismo.  Nello stesso tempo Michelangelo stringerà buoni rapporti con l’archeologo e da questi, per emulazione, sarà spinto a proseguire gli studi.

La collina del vento, il mio primo incontro con Carmine Abate, è stata una piacevole scoperta. Passando dalle due guerre mondiali, per il periodo fascista e attraverso gli anni della crescita economica postbellica, ne’ La collina del vento i componenti della famiglia Arcuri sono fedeli alle proprie tradizioni, non tradiscono mai le proprie radici. Sono profondamente legati tra loro dall’amore per la terra, per la famiglia, dalla condivisione di segreti e dal comune impegno di proteggere a tutti i costi la collina del Rossarco, minacciata da latifondisti e mafiosi, spinti dalla sete di denaro, dall’invidia della gente del paese, e per finire dal progresso, che compromette, senza rispetto alcuno, la bellezza del paesaggio e la storia del territorio. Al di là della trama senza dubbio coinvolgente, la vera sorpresa è stata lo stile narrativo e linguistico: trovo infatti la scrittura di Abate fresca, nuova, accattivante, fluida, forse per il frequente uso del dialetto, o, ancor più probabile, per le fantastiche descrizioni delle campagne calabresi che più d’una volta mi hanno dato l’impressione di percepire l’intenso profumo dei caratteristici fiori del Rossarco.
Un bel romanzo da assaporare lentamente per cogliere ogni singolo profumo e colore della splendida regione calabrese!

VOTO: 7

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Carmine Abate
TITOLO: La collina del vento
EDITORE: Mondadori – Collana Scrittori Italiani e Stranieri
PAGINE: 260
EURO: 17,50
ISBN: 9788804608769
Formato Kindle:  La collina del vento (Scrittori italiani e stranieri)

NOTA SULL’AUTORE:

carmine-abateCarmine Abate nasce a Carfizzi un piccolo paese arbereshe della Calabria dove trascorre la propria infanzia. Si laurea in lettere al’università di Bari, dunque si trasferisce ad Amburgo, dove insegna in una scuola per fili di emigranti. Qui inizia a scrivere i primi racconti. In seguito torna in Italia e si stabilisce a Besenello, nel Trentino, dove continua l’attività di scrittore ed insegnante. Nel 2012 con La collina del vento vince il Premio Campiello.
©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)

La collina del vento di Carmine Abate, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Autore

Numero di articoli : 5

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su