Sei in: Accueil » Libri » Splendido visto da qui di Walter Fontana

Splendido visto da qui di Walter Fontana

Splendido visto da qui di Walter Fontana: il catalogo di oggetti, dialoghi, simboli e situazioni presente nel volume di Fontana sarà un piacevole tuffo nei ricordi.

Un mondo perfetto, come la ruota di un criceto. Se non sei un criceto, è un problema tuo.

splendido-visto-da-qui-walter-fontana-copertina-libroTornare indietro nel tempo. In quel decennio in cui i gruppi musicali sfornavano brani uno più bello dell’altro, la moda era perfetta per il vostro fisico, i cibi erano più saporiti e le relazioni meno virtuali. Chiudete gli occhi e immaginate. In quale decennio vi piacerebbe abitare?

Immaginate ora un Paese diviso in cinque Zone: 60, 70, 80, 90 e Zero. In ognuna si vive a ripetizione sempre lo stesso decennio, ricostruito alla perfezione in ogni dettaglio. Niente sorprese dall’economia, dalla politica, dalla cultura. Niente paura del futuro.

Com’era quella frase? Ciò che nella storia appare in forma di tragedia la seconda volta appare in forma di farsa, la terza in dvd e la quarta come sedativo. Ecco, la quarta volta è dove vivo io e mi trovo benissimo.

Preparàti a tutto perché tutto è già stato affrontato, superato, vissuto. Che meraviglia la realtà descritta da Splendido visto da qui di Walter Fontana.

Certo, un prezzo da pagare c’è. Se per esempio vivete nella Zona 70 e il vostro libro preferito è stato pubblicato nel 1978, ogni 31 dicembre di fine decennio, durante il Riassortimento, dovrete restituirlo. Si ritorna infatti al 1970 e non potete certo possedere qualcosa che non è stato ancora scritto, prodotto, inventato. Non potete barare e andare a comprarlo in una delle altre Zone e nemmeno rivolgervi a un traveller perché ve ne scovi una copia di contrabbando, vi scoprirebbero e fareste una brutta fine.

La paura del futuro è brutta. Non si può eliminare la paura dall’animo umano. Così abbiamo eliminato il futuro. O meglio, abbiamo eliminato ciò che del futuro disturba, quella sensazione di ignoto che occlude l’orizzonte. In compenso abbiamo valorizzato l’avvenire, cioè le cose a venire, che ti si presenteranno davanti giorno per giorno come piccole sfere di luce, con un aspetto sempre amichevole. È un mondo dove nessuno ha più paura di niente.

Niente paura del futuro, quindi, ma per tutta la vita sempre gli stessi libri in libreria, gli stessi film al cinema, le stesse notizie in tv, gli stessi prodotti sugli scaffali. È un prezzo accettabile? Leo, spazzino di ruolo a 70, è convinto di sì, finché non incontra Maia.

La ragazza tenne la pistola puntata.
Sei uno di loro.
Sono uno spazzino.
Sei uno di quelli che fa arrestare la gente. Fai parte del sistema. Tu e i tuoi compari, masse che non avete preso coscienza. […]

Può essere un vantaggio non rendersi conto di cosa si è.
Questo è un commento piccoloborghese.
Vero. A proposito, mi è venuta voglia di un brodo. Hai fame?
Grazie ma non abbiamo tempo. Devi portarmi qui.
Gli lanciò un cartoncino. […]

Questo posto è a Zero, Leo depose il cartoncino di fianco a sé. […]

Devi portarmi lì, alzati.

Leo scoppiò a ridere. La ragazza era evidentemente pazza. Le spiegò i motivi per cui non sarebbero andati da nessuna parte. Prima di tutto lui non era un funzionario e non aveva tutta questa libertà d’azione. Secondo, era notte e i controlli erano più attivi. Terzo, una traveller in giro per il Quartier Generale la scoprono in venti secondi. Quarto, erano già spacciati, nel tritatutto, materiale da discarica tutti e due.

Se avete amato Fahrenheit 451 di Ray Bradbury o 1984 di George Orwell, questo romanzo-satira sociale potrebbe fare al caso vostro. Se anche voi siete dei nostalgici del passato, Splendido visto da qui vi farà di certo riflettere. Se fate parte di una generazione con qualche decade alla spalle, se avete conosciuto la mucca Carolina, assaggiato il Biancosarti o i formaggini Tigre, se avete ammirato le gemelle Kessler in tv, collezionato le figurine Panini… il catalogo di oggetti, dialoghi, simboli e situazioni presente nel volume di Fontana sarà un piacevole tuffo nei ricordi.

Se negli amati libri cercate uno spunto di riflessione, una domanda che vi resti nella mente anche dopo aver voltato l’ultima pagina, eccolo qui il quesito che probabilmente vi ronzerà nel cervello già dalle prime pagine: quanto siamo già vittime dell’eterno ritorno, del continuo remake come rifugio dall’angoscia del futuro o inganno dell’industria del denaro nei confronti di clienti troppo sbadati o deboli per sottrarsi alla dittatura dell’apparire?

VOTO: 8

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Walter Fontana
TITOLO: Splendido visto da qui
EDITORE: Giunti
PAGINE: 281
EURO: 14,00
ISBN: 978-88-09-78697-4
Formato Kindle:Splendido visto da qui

NOTA SULL’AUTORE:

Walter-fontanaWalter Fontana è noto soprattutto come scrittore di testi teatrali e sceneggiature di film (di Aldo, Giovanni e Giacomo e di Ale e Franz) e autore di programmi tv  (Mai Dire Gol, Zelig). Oltre a Splendido visto da qui  ha pubblicato anche i volumi satirici L’uomo di marketing e La variante limone, Non ho problemi di comunicazione e Visto che siete cani.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA




VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)

Splendido visto da qui di Walter Fontana, 4.5 out of 5 based on 2 ratings

Autore

laureata in Lettere, è lettrice a tempo pieno ed editor freelance a tempo perso. Istintivamente portata a prediligere libri voluminosi e polverosi, ha eletto come suoi preferiti due romanzi snelli e piuttosto recenti. Sostiene, del resto, che la passione per la lettura non conosce incoerenze.

Numero di articoli : 7

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su