Sei in: Accueil » Libri » Arrivederci, Tavolara di Fabio Columbano

Arrivederci, Tavolara di Fabio Columbano

Arrivederci, Tavolara: un inno alla Sardegna, terra magica e suggestiva, nel primo romanzo dell’esordiente Fabio Columbano.

arrivederci-tavolara-fabio-columbano-copertina-libroBlu cobalto e smeraldo, bianco accecante e oro, spezie e aromi che solleticano il palato, inebrianti effluvi di ginepro e mirto … Si vedono i colori, si sentono i sapori, si percepiscono i profumi della Sardegna nel recente romanzo Arrivederci, Tavolara scritto dall’esordiente Fabio Columbano.

Circondata da acque profonde che nascondono tesori marini, la regione mediterranea dove si consuma un’appassionante storia d’amore fra due personaggi all’apparenza così diversi, è presentata come una terra dai vasti orizzonti, sormontati da torri di antiche rocce e montagne, e caratterizzata da scorci incantevoli che svelano remoti segreti di un’isola magica e di una natura selvaggia, ancora da esplorare.

Tanti pensano che ci sia solo la Costa Smeralda” dice nella pagine iniziali Manola, la protagonista femminile del libro. La pensava così anche lo scrittore inglese David Herbert Lawrence che, in seguito ai suoi lunghi soggiorni in terra sarda, le dedicò diverse raccolte di liriche, ritenendo che:

La Sardegna è un’altra cosa: più ampia, molto più consueta, nient’affatto irregolare, ma che svanisce in lontananza. Creste di colline come brughiera, irrilevanti, che si vanno perdendo, forse, verso un gruppetto di cime… Incantevole spazio intorno e distanza da viaggiare, nulla di finito, nulla di definitivo. E’ come la libertà stessa.

Ed è proprio questa l’isola che racconta Columbano, un’autentica fonte inesauribile di sorprese e misteri eccitanti.
Dal promontorio granitico di Capo Ceraso alle acque cristalline dell’isola di Tavolara, dalle spiagge incontaminate del versante orientale dell’Ogliastra, fino ai suggestivi paesaggi dell’arcipelago de La Maddalena, il lettore segue i viaggi dei personaggi natii del luogo, che si rivelano personalità ospitali e generose.

Chi sono dunque i protagonisti di questo romanzo dai luoghi seducenti? Alla conduzione del boutique hotel Angedras assieme al suo socio Giacomo, troviamo Vittorio, estroverso single quarantatreenne, sportivo e instancabile lavoratore che si è fatto da se, che verrà conquistato dal sorriso radioso e dal fisico mozzafiato della giovane Manola, ricca ereditiera, nipote dell’Emiro del Qatar, giunta presso l’Angedras. Terminati gli studi, la ragazza ha deciso, infatti, di concedersi una solitaria vacanza nel nord della Sardegna, nascondendo a tutti la sua vera identità.

Dopo un momento di esitazione da parte di Vittorio, la forte attrazione che lo lega a Manola esploderà nel loro lungo peregrinare fra un’isola e l’altra della perla mediterranea, che fa da sfondo alle vicende. La loro relazione verrà purtroppo ostacolata dalle convenzioni sociali e dalle rigide regole che guidano la famiglia di origine di Manola e così, come nelle classiche storie d’amore travagliate, gli innamorati verranno temporaneamente divisi, per poi ritrovarsi ancora una volta in Sardegna, questa volta prostrata dalla grave tragedia causata dal ciclone Cleopatra che colpirà duramente l’Angedras.

È questo il momento del romanzo più emozionante, in cui la solidarietà della popolazione sarda emerge in tutta la sua umanità, a ricordarci eventi drammatici recentissimi, e suscitando riflessioni a carattere politico e sociale sulle condizioni difficili in cui versano alcune parti d’Italia, spesso dimenticate.

Arrivederci, Tavolara è dunque un risultato narrativo tutto nostrano condito da una buona dose di romanticismo, umorismo e sentimenti genuini. Lo stile dell’autore risulta ancora molto acerbo, tuttavia l’entusiasmo per la scrittura traspare in particolar modo dai dialoghi fra i personaggi, per la maggior parte caratterizzati da spirito ottimistico e ilarità, prerogative che, in un debuttante, non guastano.

VOTO: 5.5

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Fabio Columbano
TITOLO: Arrivederci,Tavolara
PAGINE: 207
EURO: 14,00
ISBN: 9788891199300

NOTA SULL’AUTORE:

Fabio-ColumbanoFabio Columbano è nato a Sassari nel 1969 ma vive, da sempre, a Telti (Ot). Si occupa di consulenza e formazione in ambito “risorse umane”. E’ autore del blog personale fabiocolumbano.it. Ama il mare, leggere, viaggiare, ascoltare Djci, praticare sport e vivere in Sardegna. Arrivederci, Tavolara è il suo primo romanzo.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Arrivederci, Tavolara di Fabio Columbano, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore

laureata in Filosofia, è attualmente giornalista freelance per una rivista del settore automotive. Adora leggere da quando ha 8 anni sviluppando subito una predilezione per i classici della letteratura straniera dell’800. Le sue letture spaziano in tutti i generi. Nel tempo libero si diletta a scrivere racconti brevi e poesie.

Numero di articoli : 48

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su