Il megafono spento è una raccolta di articoli e di saggi del giornalista George Saunders che sfida il lettore: continuare la lettura oppure no?

il megafono spento-georges-saunders-copertina

Il titolo è un po’ ingannevole per un libro che, invece, è tutt’altro che silenzioso o, per meglio dire, silenziato. Il lettore, sulle prime, è tentato di abbandonarlo, ma successivamente è come pungolato dalle parole stesse ad andare avanti per scoprire articoli sempre più provocanti e trasparenti che consentono di osservare, come da un vetro perfettamente pulito e lucidato, alcune distorsioni della società e dei media americani.

L’autore, in alcuni punti del testo, punta decisamente troppo sull’ironia e sulla provocazione, e diventa difficile per un lettore europeo comprendere fino in fondo che cosa questa ironia porti alla luce e di conseguenza quale aspetto o carattere della società americana si voglia mettere in discussione per poi confutarlo. Ciò rivela una difficoltà da parte dell’autore nel maneggiare queste due armi all’interno di un singolo articolo.

Il megafono spento tra ironia e giornalismo d’inchiesta

D’altra parte Saunders, in questo libro, mischia sapientemente articoli ironici a quelli più giornalistici e d’inchiesta. Questo consente a chi legge di farsi anche un’idea del mestiere del giornalista; questi è chiamato a non essere solo schiavo di quello che vede riportandolo il più fedelmente possibile, ma deve soprattutto saper prendere un po’ in giro la propria professione mettendone a nudo anche gli aspetti più prosaici.

Una nota di assoluto merito va al saggio dedicato al romanzo di Mark Twain Le avventure di Huckleberry Finn. Si tratta di ventiquattro pagine di analisi appassionata di questo classico capaci di proporre tesi provocatorie che scandagliano il racconto punto per punto, dando un’inedita visione anche del mestiere dello scrittore. Un saggio capace di convincere, anche chi non ha mai letto il libro, a uscire di casa e andare a comprarlo subito per comprenderne tutti i segreti e farsi un’idea personale del suo significato intrinseco.

Perché leggere questo libro?

Il megafono spento è un libro che sfida ogni lettore. È un testo capace di allargare gli orizzonti di lettura grazie al contributo di una scrittura ironica e provocatoria in grado di mostrare “dal retroscena” gli aspetti di una società, così come il lato insolito di un testo, del mestiere della scrittura e del giornalismo.

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: George Saunders
TITOLO: Il megafono spento
EDITORE: Minimum fax
PAGINE: 222
ISBN: 978-88-7521-197-4

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares