Sei in: Accueil » Libri » Recensione di Carne al muro di Luisa Pagnoncelli

Recensione di Carne al muro di Luisa Pagnoncelli

Carne al muro di Luisa Pagnoncelli: il racconto di forza e coraggio delle donne che, dopo essere state sbattute ripetutamente come carne al muro, hanno la capacità di rialzarsi, non una, ma mille e più volte.

carne al muro copertina libro

Carne al muro un titolo forte, così come sono le pagine di questo libro. Luisa Pagnoncelli, autrice di questo romanzo edito da Letteratura Alternativa, mette a nudo verità senza usare eufemismi, con crudezza e, allo stesso tempo, delicatezza, scavando nell’animo delle donne, dove si dibattono lotte continue ma sempre cariche di speranza. Un romanzo che, anche se in alcuni passaggi risulta essere caotico, è scritto con una intensità travolgente che fa emergere profondità e veridicità, non sempre premiate in questa società.

Gli eventi della voce narrante, affidata a Malena, si intrecciano alla storia vera di Lisa. Le loro vicissitudini rimarcano con fermezza le ingiustizie, le falsità e il potere di una società che non vuole uscire dall’isolamento, incapace di guardare in faccia eventi eticamente scorretti, in cui prevale legge del più forte, sempre pronto a inghiottire il più debole. Di contro, sono espressi anche sentimenti di amicizia, di solidarietà da parte, soprattutto, di quelle persone che hanno avuto il coraggio di mostrarsi per quello che sono realmente.

Le protagoniste sono dunque due donne: Malena, vittima di sé stessa e Lisa, vittima di un carnefice.La prima, consapevole di dover scendere negli abissi più profondi e oscuri per poter risalire alla luce, non solo per respirare, ma per vivere, la seconda inconsapevole di trovarsi in una spirale dove ragione e sentimento fanno a cazzotti e la stordiscono e la scaraventano al muro diverse volte. Malena è istintiva, ha fame di vita vera e, sin da piccola, non ama le restrizioni imposte da educazioni rigide, dal falso perbenismo, dalla dilagante ipocrisia, dal paesotto in cui cresce, vuole sempre vedere oltre, uscire dal recinto.

“Cercavo la libertà”.

Malena ha fame di una libertà pura, che la condurrà su una strada dove si alterneranno storie dure, incontri voluti e a volte subìti con dolore. Ad un certo punto scenderà a patti con sé stessa per legarsi a uomo che addomesticherà per un po’ la sua parte selvaggia, ma sarà una unione frustrante e instabile, che la porterà sulla via della trasgressione più totale. In nome di quella libertà tanto cercata, finirà per punirsi più volte e sprofondare nel dolore più acuto per sentirsi “viva”. In questo percorso, dove si mescolano vite tormentate, vite vendute, vite sciagurate, Malena sfamerà la sua anima e a sua volta ciberà quelle anime rare, perché vere. Sul suo cammino arriva una sorpresa del destino, l’incontro con Lisa, elegante, laureata in psicologia, una donna tranquilla che sposa un uomo bello e ricco,quanto geloso e possessivo. La sua unione sfocerà in una violenza dapprima subdola, sottile, poi ripetuta e che alla fine diventerà ferocia. E sarà Malena ad abbracciare l’anima di Lisa, a salvarla e a far non solo respirare, ma vivere anche sé stessa. In questo viaggio nel dolore, tra gli invisibili, tra gli umili, Malena conosce Tristan, con il quale creerà un legame di passione totale di corpo e anima “vivo e respiro perché so di averti anche da lontano. Di averti sopra ogni cosa”.

Malena e Lisa rappresentano dapprima quell’io ancorato alla falsa illusione e poi quell’io profondo e innato di sopravvivenza insito nelle donne. Si doneranno reciprocamente forza, coraggio e speranza.

“Nella mia vita ho vissuto molti cambiamenti, ho creduto che fuggire dal mio paese e dalle mie origini fosse il primo passo verso la libertà. Ma più cercavo quella libertà più divenivo schiava di qualcosa, di qualcuno, anche di me stessa. Aprivo una gabbia ed entravo in un’altra senza nemmeno rendermene conto. Scambiavo per libertà le mie folli corse, anche se sapevo che poi dovevo tornare. Ho patito amori sbagliati, ho sofferto la fame. Ho provato dolore e ho visto il dolore sul viso e nel cuore di Lisa. Alla fine si sopravvive a tutto. Per imparare la libertà ci vuole tempo e prigione.”
Luisa Pagnoncelli dà voce alla donna, troppe volte sbattuta come fosse carne al muro, la donna che ha con sé un bagaglio pesante fatto di maltrattamenti, umiliazioni, abusi ma anche vittorie sudate e sanguinanti; donna per la quale sono stati istituiti dei giorni, uno per ricordare i diritti delle donne e l’altro la violenza contro le donne, eventi bellissimi e tristi allo stesso modo perché anche qui c’è sacrificio, lotta per conquistare la libertà. La libertà di essere semplicemente sé stessi e di dire “io esisto”, perché ad essere lesa è la dignità umana.

Grazie Luisa per questo romanzo, perché io sono Malena, perché io sono Lisa.

VOTO: 7

SCHEDA LIBRO

AUTORE: Luisa Pagnoncelli
TITOLO: Carne al muro
EDITORE: Letteratura Alternativa
PAGINE: 165
EURO: 12,90
ISBN: 978-88-94815-00-9

NOTE SULL’AUTRICE:

Luisa Pagnoncelli nasce nel febbraio del 1965 in un paese della bassa bergamasca. La lettura e la scrittura sono state predominanti nella sua vita. Ama la poesia: colleziona vecchi quaderni in cui abbozza i suoi pensieri. La notte è il momento in cui emerge la sua creatività che si confronta sfacciatamente con i suoi stati d’animo. “Carne al muro” è il suo romanzo di esordio con la casa editrice Letteratura Alternativa.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)

Recensione di Carne al muro di Luisa Pagnoncelli, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Autore

Ex impiegata, è attualmente mamma a tempo pieno e, appena può, si dedica alla sua grande passione: la lettura. Adora i classici che hanno sempre qualcosa da insegnare, uno dei suoi preferiti è MollFlanders di Daniel Defoe. Fra i contemporanei predilige gli autori dal genere intimista e approfondisce tematiche sociali leggendo saggi di psicologia.

Numero di articoli : 17

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su