Sei in: Accueil » Eventi » Incontro con l’autore: Paolo Cognetti presenta Le otto montagne

Incontro con l’autore: Paolo Cognetti presenta Le otto montagne

Incontro con l’autore: Domizia Moramarco e Tiziana Ciullo, presso la libreria Ubik di Voghera, incontrano Paolo Cognetti per la presentazione del suo nuovo romanzo, Le otto montagne.

Fra le vie del centro di Voghera, nella confortevole saletta gremita di lettori appassionati, venerdì 5 maggio la libreria Ubik ha accolto Paolo Cognetti, che con il suo nuovo romanzo Le otto montagne, edito da Einaudi, è tra i dodici finalisti del Premio Strega. Sin da subito il libro ha riscosso un notevole successo ed è in via di traduzione in trenta paesi.

Di primo acchito colpiscono la sua aria solitaria e l’aspetto da “ragazzo selvatico”, in contrapposizione con la sua voce pacata, la simpatia e la sensibilità che emergono dal suo raccontarsi …

Paolo Cognetti incontra Leggeramania

Credits: libreria Ubik

Paolo Cognetti: dalle metropoli alla montagna

 

“… da piccolo pensavo di fare il matematico ma l’amore per la scrittura mi ha portato via …”così introduce l’incontro con i suoi lettori il giovane autore milanese, svelando i passaggi della sua evoluzione come uomo e scrittore, perché “La scrittura ha seguito i percorsi della vita”.

L’amore per la scrittura sboccia sin dall’infanzia e si intensifica durante l’adolescenza, con i primi amori infelici, così tra i banchi di scuola nascono i suoi primi racconti. Inizialmente affascinato dalla letteratura americana, dallo scrivere libero e dalla vita, ha vissuto e lavorato a New York, per poi rifugiarsi, in seguito a una rivoluzione interiore avvenuta intorno ai trent’anni, sulla montagna, precisamente in Valle D’Aosta, dove vive da ben otto anni, almeno dieci mesi all’anno.

Questa nuova rotta emotiva lo ha portato a riscoprire gli autori italiani. Dopo essersi dedicato a sperimentazioni narrative che prediligono il genere del racconto, pubblicando con Minimun Fax Manuale per ragazze di successo (2004), Una cosa piccola che sta per esplodere (2007) e Sofia si veste sempre di nero (2012), con parentesi di opere di saggistica, fra cui quella che definisce una autobiografia timida, Il ragazzo selvatico con Terre di Mezzo (2013), lo scrittore è approdato a Le otto montagne, libro che rappresenta l’essere adesso di Paolo, il suo presente.

Pulsa di vita propria la montagna raccontata, tanto amata da bambino attraverso una visione avventurosa, abbandonata nell’adolescenza per i viaggi e infine ritrovata da adulto, perché, quando ha sentito la vita scorrere su di un binario morto, è ritornato alla sua montagna.

Le otto montagne è, dunque, un romanzo autobiografico, è riconciliazione con la letteratura italiana, è inventiva. Si percepisce, forte, l’amore che l’autore ha per la montagna, che definisce una potenza di immaginazione. È un mondo indistinto che pian piano si apre, si scopre con molta pazienza e soavità. Per Paolo Cognetti adulto la montagna è stata una scoperta meravigliosa, ha significato capire che ogni albero ha un proprio carattere, cogliere la diversità insita nella natura, al punto da restarne incantato.

Paolo Cognetti incontra Leggeremania

credits: libreria Ubik

Le otto montagne: il romanzo in pillole

Pietro da bambino vive la montagna in modo esotico, suo padre vive la montagna come un senso di sfida, conquistare la cima per poi provare una felicità effimera. In questo caso la montagna diventa distruttiva. La mamma di Pietro, invece, è la montagna dei montanari perché crede che il senso più alto della vita sia la costruzione dei rapporti sociali, lavoro lento e paziente.

Pietro si lega a Bruno, instaurando un rapporto autentico come solo quelli dell’infanzia possono essere, che l’autore definisce un “cercarsi quotidiano e continuo”. Il Bruno del romanzo è l’amico immaginario della sua infanzia, un suo alter ego, perché se Pietro è timido e solitario, Bruno è più avventuroso e coraggioso. Da bambino, confessa Cognetti, si arrendeva alla sua timidezza, rifugiandosi nella solitudine, nei luoghi più isolati della montagna, i pascoli. Lavorando su se stesso, crescendo, si è dato la possibilità di un’amicizia “da grandi” grazie all’incontro con due anime opposte ma fondamentali e che rappresentano la polarità dinamismo-riflessione.

L’amicizia tra Pietro e Bruno nasce sulla montagna, cresce, come i protagonisti e vive di poche parole, e continua nonostante ognuno conduca una propria vita: Bruno, montanaro, felice e appagato, Pietro alla continua ricerca del suo posto nel mondo perché, a differenza dei genitori che in città hanno avuto la possibilità di costruire un futuro solido, la generazione di Pietro, i trentenni e quarantenni di oggi, è costretta a vagabondare perché la concretezza non riesce a toccarla. E così, se la città respinge, non da futuro, la montagna accoglie e con il tempo impara ad accettarti.

“La montagna non è solo uno sfondo ma è molto di più”. E questo e molto di più è sicuramente da scoprire leggendo questo nuovo romanzo di Paolo Cognetti, di cui vi presenteremo presto la recensione.

Con profonda ammirazione Domizia e Tiziana ringraziano Paolo Cognetti per la splendida e interessante presentazione del suo libro, per la particolare dedica sul libro e per la gentilezza che ha mostrato verso Leggeremania.

Questo post è stato scritto a quattro mani, dal mitico duo di Voghera: Domizia Moramarco e Tiziana Ciullo!

Paolo Cognetti incontra Leggeremania

Paolo Cognetti dedica per Leggeremania

©RIPRODUZIONE RISERVATA 


VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Incontro con l’autore: Paolo Cognetti presenta Le otto montagne, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore

Ex impiegata, è attualmente mamma a tempo pieno e, appena può, si dedica alla sua grande passione: la lettura. Adora i classici che hanno sempre qualcosa da insegnare, uno dei suoi preferiti è MollFlanders di Daniel Defoe. Fra i contemporanei predilige gli autori dal genere intimista e approfondisce tematiche sociali leggendo saggi di psicologia.

Numero di articoli : 15

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su