Sei in: Accueil » Libri » La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones

La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones

La cattedrale del mare: il capolavoro di Ildefonso Falcones in uno straordinario affresco della Barcellona del XIV secolo.

la-cattedrale-del-mare-copertina-libro

Nella magica cornice medievale della Catalogna, Falcones racconta la storia di un servo della gleba, Arnau Estanyol, che fugge insieme al padre a Barcellona per sottrarsi alla persecuzione del signore feudale e intraprendere un percorso che lo porterà a diventare Barone e Console del Mare. Le vicende di La cattedrale del mare ruotano intorno alla costruzione della chiesa di Santa María del Mar, che svolge un ruolo centrale nella narrazione.

La cattedrale del mare:  qualcosa sulla trama

La storia è ambientata nel XIV secolo nei dintorni di Barcellona e il romanzo si suddivide in quattro parti. La prima parte è intitolata servi della gleba e racconta della ribellione di Bernat (il padre di Arnau) al conte che ha violentato la moglie e la conseguente fuga verso Barcellona. Il conte considera la nascita di Arnau un’offesa, perché non deriva dalla violenza da lui perpetrata verso la moglie del servo, Francisca, ma è chiaramente figlio di Bernat. Il conte obbliga quindi Francisca e Arnau a recarsi al suo castello ma Bernat riesce a rapire il figlio e a scappare alla volta di Barcellona, dove incorrerà in un secondotipo di schiavitù a seguito della morte della sorella presso la quale si era rifugiato.
La sorella di Bernat, infatti, muore qualche anno dopo e una volta che il marito si risposa con una nobile, Bernat e Arnau diventano quindi di nuovo servi della nobiltà. Bernat si ribella a questa sua condizione e a seguito di una sommossa popolare muore impiccato. Arnau, però, brucia il cadavere del padre per impedire che sia esposto al pubblico ludibrio.

La seconda parte è incentrata sulla venerazione di Arnau per la Madonna che crede essere sua madre (così gli aveva fatto credere suo padre). Una volta scoperta la cattedrale grazie al suo amico Joan la consacra come luogo dove incontrare sua madre: la Madonna.
Si avvicina ai bataixos e attraverso l’opera di costruzione inizia la sua ascesa sociale.

Nella terza parte si da più ampio spazio alle vicende sentimentali. Arnau grazie alla sua ascesa sociale diventa un ricco banchiere e sposa una nobile anche se il suo amore è quello per un’altra donna.

L’ultima parte del romanzo segna la discesa di Arnau che dovrà vedersela con l’inquisizione per poi riuscire a riscattarsi nei confronti dei suoi nemici. La parte conclusiva di La cattedrale del mare mette a confronto un modello positivo di religione come quello di Arnau con l’esempio negativo dell’inquisizione, e pone infine un parallelo tra lui che vive la religione in senso spirituale e umano, e Joan che lo fa attraverso uno studio accademico e sterile.

La storia di e su Barcellona

Tutta la narrazione ruota intorno alla costruzione della Cattedrale di Santa Maria del Mar che rimarrà un punto di riferimento per l’intera vita del protagonista Arnau e che rappresenta l’aspetto positivo della religione cattolica. Barcellona è tratteggiata in modo molto preciso ed è sicuramente aderente al periodo storico, nonostante Barcellona fosse conosciuta nel principato come “città di liberi cittadini”, nascondeva un insito razzismo alimentato da una difficile convivenza tra cristiani, ebrei e musulmani e un sistema di caste che caratterizzavano la società medievale. Tutto ciò permise al giovane Arnau di entrare a far parte della comunità cittadina di lavoratori (Bastaixos) fedeli alla Vergine del Mar, scoprendo nel giovane amico Joan un fedele fratello.

In una Spagna alle prese con sempre più disordini causati da un lento decadimento delle istituzioni feudali, soppiantate da nuovi apparati statali, il protagonista prima decide di lasciarsi tutto alle spalle; salvo poi ritornare sul proprio cammino combattendo contro le istituzioni per la propria libertà e quella altrui, e per un amore che il destino sembra negargli. Nella sua ultima sfida contro l’Inquisizione, la fede di Arnau e il rispetto conquistato in tanti anni di lotte faranno sì che un potere ancora più grande di quello della Vergine del Mar possa soccorrerlo un’ultima volta.

Arnau, un protagonista che conosceremo nel profondo

Ildefonso Falcones caratterizza molto bene il protagonista. Un uomo che cerca di emergere continuamente dalle difficoltà che il modo di vivere del tempo imponeva, di resistere quando sarebbe stato più facile arrendersi e che continua a lotta per realizzare un ideale di vita migliore.
Per Arnau, incarnazione dell’ ”eroe medievale”, è necessario combattere sempre e comunque per il rispetto della necessaria e naturale condizione di libertà appartenente all’essere umano. Incredibili e quasi inconcepibili sono infatti le azioni che compie e i sentimenti che ispirano l’uomo a compiere gesti di estremo coraggio nella lotta alla sopravvivenza e al rispetto della propria condizione di essere vivente.

Perché ho apprezzato questo romanzo

La narrazione che non stanca il lettore tranne forse nelle dettagliate digressioni che presentano personaggi storici. Il romanzo risulta molto scorrevole e piacevole e riesce a portare alla luce differenti aspetti. Tra i temi toccati dal romanzo centrale resta quello della servitù, rimanendo, nelle prime due parti, in un contesto esclusivamente sociopolitico mentre nelle parti successive assume un significato più simbolico.
L’autore riesce a catturare la curiosità del lettore, senza farsi scrupoli riportando senza censure le più crude descrizioni di stupri e persecuzioni.

Falcones narra in modo fluente e chiaro tutti gli intrighi familiari presenti nella storia, riuscendo a realizzare una perfetta sintesi tra realtà storica e invenzione romanzata. Il lettore viene così proiettato all’interno della medievale Barcellona permettendogli di vivere in prima persona le avventure dei protagonisti nelle diverse situazioni.
In conclusione l’ho trovato un ottimo romanzo storico, avvincente ma non irrealistico che riesce a comunicare un bel messaggio di fondo attraverso il suo protagonista.

SCHEDA DEL LIBRO:

AUTORE: Ildefonso Falcones
TITOLO: La cattedrale del mare
EDITORE: Longanesi – Collana: La Gaja scienza
TRADUTTORE: R. Bovaia
PAGINE: 593
EURO: 24,00
EAN: 9788830424296

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore

Salvatore Chianese è sociologo e vive e lavora a Napoli. Gestisce la pagina Lettori e Scrittori di Facebook, si occupa di editoria e scrive su diversi blog. Ama da sempre la lettura, la musica e il cinema. Sin da bambino è attratto dal mondo dell’occulto del mistero e dell’horror. Nutre una venerazione per Stephen King e E.A. Poe.

Numero di articoli : 14

Lascia un commento

Copyright © 2017 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su