La lama del rasoio di Massimo Lugli: un noir all’italiana con Marcello Mastrantonio alle prese con un caso complicato.

la-lama-del-rasoio-massimo-Lugli-copertina-libroL’investigatore Marcello Mastrantonio sta per andare in ferie e godersi le vacanze, ma qualche giorno prima viene costretto dal suo capo ad indagare sulla morte di un cane maltrattato, scoprendo dei veri e propri combattimenti tra cani. Non arriva a risolvere la questione che improvvisamente viene trovato morto un architetto apparentemente nello scenario di un gioco erotico gay finito male. Subito dopo viene ritrovato il cadavere di una ragazza sieropositiva che aveva conosciuto indagando per il primo caso. Inizialmente Mastrantonio fa le sue ricerche controvoglia (per le ferie che si fanno sempre più lontane) e sembra che non ci sia nessun collegamento tra i tre fatti, ma poi il mistero s’infittisce e con la sua astuzia riesce a capire che al di là di ognuno dei singoli casi ci sono dei collegamenti importanti. E soprattutto capisce di chi è la mano che usa la lama di un rasoio, arma del delitto, per uccidere le persone facendo loro quel taglio perfetto sotto la gola.

La vicenda non è lunghissima e le dimensioni del libro sono contenute, ma soprattutto l’autore non si perde in chiacchiere inutili e non inserisce, come spesso capita per confondere i lettori o arrivare ad un tot. di pagine, fatti superflui. E’ tutto chiaro e conciso. I personaggi vengono delinati in maniera perfetta e spesso anche divertente, come nel caso del transessuale Sarah, che è la figura più simpatica di tutto il libro.

La lama del rasoio è un classico noir all’italiana, ma godibilissimo, soprattutto quando non ci vuole immergere in letture troppo difficili o lunghe. Si legge tutto d’un fiato assaporando lo stile acuto e incalzante di un autore, Massimo Lugli, che ci tiene nascosti gli indizi e la riflessione finale del protagonista, quella che ci porterà a risolvere il caso. Anzi stimola il lettore a farsi egli stesso investigatore e decifrare i misteri dinanzi ai quali ci pone la storia. Classico dell’autore è la presenza delle arti marziali, che pratica fin da quando era piccolo (karate e tai ki kung).

VOTO: 8

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Massimo Lugli
TITOLO: La lama del rasoio
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 128
EURO: 0,99
ISBN: 978-8854152618
Formato Kindle:La lama del rasoio (eNewton Narrativa)

NOTA SULL’AUTORE

Massimo-LugliMassimo Lugli è inviato speciale di La Repubblica per la cronaca nera da anni. Oltre a La lama del rasoio l’autore ha scritto Roma Maledetta, L’istinto del Lupo – La legge di Lupo Solitario (terzo classificato al Premio Strega 2009), Il Carezzevole, L’adepto, Il guardiano e Gioco perverso. Cintura nera di Karate e istruttore di tai ki kung pratica fin da bambino le arti marziali che compaiono in tutti i suoi romanzi.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares