Misery di  Stephen King: ti racconto un thriller coinvolgente, inquietante e a tratti destabilizzante che mi ha tenuta incollata alle pagine.

Misery-Stephen-king-copertina-libroDopo avere visto e apprezzato il film Misery non deve morire e aver adorato l’interpretazione magistrale di Katy Bates, una volta entrata in libreria mi sono fiondata verso lo scaffale dedicato a Stephen King e, senza esitazioni, ho comprato Misery. Era la prima volta che leggevo questo autore ed è stato subito amore.  Un thriller coinvolgente, inquietante e a tratti destabilizzante che mi ha tenuta incollata a quelle pagine. Se ci pensate bene, per uno scrittore sentirsi dire “sono il/la suo/a fan numero uno” deve essere un’enorme soddisfazione, la giusta ricompensa per aver dedicato se stessi, e molto di più, al proprio lavoro.

Per Paul Sheldon, protagonista di Misery (pubblicato nel 1987) questa frase segnerà l’inizio di un incubo. Scrittore affermato, ha raggiunto il successo con la saga che ha come protagonista Misery Chastain, eroina ottocentesca che inizia a stare un po’ stretta al suo creatore che decide di farla morire nel suo ultimo romanzo. Immaginate di amare alla follia una serie e che l’autore decidesse, per stanchezza, di terminarla così, all’improvviso…cosa sareste disposti a fare?

A Annie Wilkies, apparentemente tranquilla ex infermiera del Colorado, fan accanita di Misery e del suo creatore (del quale conosce ogni singolo aspetto della vita) e che vive da sola con la sua scrofa da compagnia (chiamata per l’appunto Misery), capita un colpo di fortuna: salverà da un incidente causato da una violenta tormenta di neve proprio il suo scrittore preferito e potrà prendersene cura in attesa di contattare il più vicino ospedale, date le sfavorevoli condizioni climatiche del momento. O almeno così pare dalle prime pagine. Man mano che la narrazione scorre veniamo a scoprire sempre più inquietanti particolari sulla vita di Annie e sul perché delle sue azioni al limite della follia. Conosceremo anche il seguito di Misery, che Sheldon farà rivivere con uno stratagemma peregrino e contemporaneamente siamo invitati a leggere i pensieri di Paul scoprendo come si libererà da quella prigione mettendo a frutto l’arma più grande che uno scrittore può avere: la fantasia.

Se amate il genere, ve lo consiglio. Sono giù al mio quinto titolo di King e, nonostante le ambientazioni siano sempre le medesime (il grande e mitico Maine), quest’uomo ha davvero una fantasia inesauribile.

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Stephen King
TITOLO: Misery
EDITORE: Sperling  & Kupfer
PAGINE: 400
ISBN: 978886061589

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares