Ti prego lasciati odiare di Anna Premoli: due persone troppo impegnate ad odiarsi per capire di essere innamorate.

Ti-prego-lasciati-odiare-Anna-Premoli-copertina-libroTi prego lasciati odiare è un romanzo del 2013 di Anna Premoli, vincitrice del Premio Bancarella nello stesso anno. Il libro è diventato un caso editoriale.
La vicenda è ambientata a Londra, dove i due protagonisti, Ian e Jenny, lavorano per un’importante banca, rispettivamente come economista e avvocato fiscalista. Lei è una donna di trentatré anni, molto forte, determinata e con una famiglia commoner, impegnata nelle lotte sociali, vegetariana e animalista. Lui, invece, è un conte, nipote di un duca, di una delle famiglie più importanti d’Inghilterra, e di due anni più giovane di lei. Ovviamente è un uomo bellissimo, intelligentissimo, occhi azzurrissimi, ma… fortemente irritante. Da anni, infatti, passa il tempo a pizzicare Jenny, che però fa altrettanto. Quattro anni prima lei gli ha addirittura dato un pugno sul naso in ufficio, davanti a tutti, scatenando il panico anche in futuro di fronte ad ogni loro minimo avvicinamento.
Sembrano continuare ad odiarsi come sempre, quando un giorno un cliente molto importante chiede che siano Ian e Jenny insieme a seguirlo. I due, terrorizzati all’idea di trovarsi insieme più di due minuti, sono però costretti ad accettare. Questo comporta anche partecipare insieme agli eventi a cui li invita il cliente, Beverly. Il capo li esorta perfino ad avvicinarsi uscendo ogni tanto insieme, per sfogare la loro rabbia lontano dal posto di lavoro, se dovessero di nuovo venire alle mani. Ma tutto procede con tranquillità. Addirittura ad Ian viene anche in mente di proporre a Jenny di essere la sua finta fidanzata, in modo da allontanare tutte le altre pseudo-Barbie che ha alle calcagna. Lei, titubante, accetta in cambio di totale carta bianca nei rapporti con Beverly.
Piano piano le cose, però, vanno diventando più serie fino a quando una finta relazione non si trasformerà in qualcosa di evidente e concreto. E questo nonostante le due famiglie non sembrino collaborare.

Anna Premoli scrive con uno stile molto giovanile e leggero e il libro è perfetto da leggere sotto l’ombrellone. A parte questo appare abbastanza scontato già dalle prime pagine: il classico di due persone che si odiano, battibeccano e arrivano pure a picchiarsi ma poi scoprono di essere sempre stati attratti l’uno dall’altra, solo che se lo dimostravano in un modo abbastanza strano. In più, in molte parti sono chiarissime le letture che hanno ispirato la Premoli, o che comunque assomigliano molto alla vicenda. Ad esempio, Ian, per come viene descritto, assomiglia moltissimo al Christian Grey della saga di 50 sfumature (tralasciando tutte le robe erotiche), mentre Jenny non è altro che una novella Bridget Jones, che non riesce a trovare l’amore e ha una famiglia “particolare”. Poi c’è il punto in cui i due vanno nella tenuta di Beverly, e lì sembra di leggere il passo della visita di Lizzie Bennet a Pemberley; c’è perfino una governante che mostra una statua, non di Darcy ma della figlia di Beverly.
I caratteri dei personaggi sono tratteggiati in maniera molto grossolana, non ci sono sfumature, o bianco o nero. Lo stesso Ian dell’inizio del romanzo sembra essere un’altra persona rispetto a quello della fine; e il cambiamento ci può stare, ma questo è troppo “totale”. Jenny invece è troppo concentrata a stare lontana da lui e dalle possibili cose positive, una persona abbastanza noiosa e troppo ferma sulle proprie decisioni; anche se alla fine capisce di essere innamorata e cede, ecco, ci mette troppo tempo e troppe pagine.

Ti prego lasciati odiare, pur essendo molto sopravvalutato, è comunque un romanzo divertente per chi ha voglia di passare qualche ora di relax senza letture troppo impegnative.

VOTO: 5

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Anna Premoli
TITOLO: Ti prego lasciati odiare
EDITORE: Newton Compton – Anagramma
PAGINE: 318
EURO: 9,90
ISBN: 978-8854147928
Formato Kindle:Ti prego lasciati odiare (eNewton Narrativa)

NOTA SULL’AUTRICE:

Anna-PremoliAnna Premoli nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Nella vita si occupa di consulenza finanziaria e ottimizzazione fiscale. La scrittura è arrivata per caso, durante la prima gravidanza. Ti prego lasciati odiare, vincitore del Premio Bancarella 2013 è stato per mesi ai primi posti nella classifica dei libri più venduti e la Colorado Film ha acquistato i diritti per la trasposizione cinematografica. Ha all’attivo anche un secondo romanzo, Come inciampare nel principe azzurro.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares