austenland-Shannon-Hale-copertina-libro

Soffrite della sindrome Darcyniana da venerdì sera? Sognate ad occhi aperti camicie bagnate e avete ricorrenti immagini di voi stesse strizzate in un ampio tendone intente a ricamare o a suonare al pianoforte? Vi esercitate nell’arte dell’inchino davanti allo specchio e vi crogiolate in lunghe passeggiate sotto la pioggia?

Se la risposta a tutte queste domande è un categorico “sì”, allora Shannon Hale ha trovato la soluzione adatta a voi: una vacanza nel tempo per ogni tipo di “tasca” – dalla economy al pacchetto “all inclusive” – immerse nella rilassante campagna inglese.

Non c’è vacanza che regga senza regole però:

–         Niente cellulari;
–         Nessun legame col mondo moderno;
–         Evitare il linguaggio scurrile (e per scurrile si intende il linguaggio contemporaneo);
–         Evitare qualsiasi contatto fisico;
–         Dimenticare il proprio anno di nascita e cambiare il proprio cognome.

Siete pronte per questa avventura fuori dal tempo? Jane, la protagonista di Austenland, si convince di esserlo. Colta in fragrante dalla zia che sta ad un piede dalla fossa – nel senso letterale dell’espressione – con i DVD proibiti di Orgoglio e Pregiudizio, zia Charlotte le lascia nel testamento un regalo bizzarro: due settimane ad Austenland dove calarsi totalmente nella parte della giovane Mrs Earstwhile alla ricerca del suo Mr Darcy.

Chi non vorrebbe un viaggio tutto pagato? Per di più un viaggio in costume in cui interpretare 24 ore su 24 il ruolo della donna perbene d’altri tempi? Jane si ritrova così a camminare, cucire, leggere, e conversare con gentildonne e gentiluomini di un’altra epoca, senza lasciarsi sfuggire una tresca peccaminosa – per l’epoca – con il giardiniere Martin e senza riuscire a sorvolare sul fascino del tenebroso ma scontroso e arrogante Mr Nobley. Chi riuscirà a spuntarla sul cuore di questa donna d’altri tempi? Jane preferirà il mondo reale o quello austeniano?

Sebbene risulti un romanzo scorrevole e non troppo impegnato, Austenland è un felice tentativo di riflessione sul romanticismo e sulla sindrome “janeite” che ha invaso milioni di donne da duecento anni a questa parte. Cos’ha Mr Darcy di così speciale? Come ha fatto Jane Austen a scrivere una storia d’amore che diventa sempre più bella negli anni?

Se avete un po’ di dimistichezza con l’inglese (non è ancora esistente un’edizione italiana), cercate una lettura per San Valentino e vi sentite una via di mezzo tra Bridget Jones ed Elizabeth Bennet, non potete perdervi questa lettura.

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Shannon Hale
TITOLO: Austenland
EDITORE: Bloomsbury Publishing PLC
PAGINE: 208
ISBN: 978-1408840092

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares