Americane avventurose di Cristina De Stefano:biografia collettiva di pioniere coraggiose che con il loro talento hanno cambiato la storia delle donne.

americane-avventurose-cristina-de stefano-copertina-libro

Pubblicato da Adelphi nel 2007, Americane Avventurose scritto da Cristina De Stefano presenta al lettore una galleria di ritratti di venti donne americane che hanno segnato il XX secolo.

Dall’intraprendente fotografa Berenice Abbott alla sensuale attrice di colore Dorothy Dandridge, dalla spericolata aviatrice Amelia Earhart alla determinata reporter di guerra e non solo, Lee Miller, dalla stravagante arredatrice Sister Parish alla tormentata poetessa Anne Sexton, che insieme alle altre ricompongono il puzzle di un quadro originale a tinte forti in cui spiccano le tonalità del coraggio, dell’abnegazione e del successo.

Con sguardo acuto e allo stesso tempo discreto, l’autrice fa rivivere nel suo Americane Avventurose personaggi brillanti che con scelte inaspettate e spesso estreme hanno lasciato tracce indelebili al loro passaggio nella storia. Ciascun personaggio è introdotto da una fotografia in bianco e nero, istantanee che rivelano sguardi ora attenti, come quello dell’instancabile biologa Rachel Carson, ora fieri come quello dell’eccentrica attrice Mae West, e da brevi frasi a effetto che ne delineano la singolarità. Alcuni esempi?

Si chiamava Nancy Gross, ma tutti la chiamavano Slim, sottiletta, per il suo fisico alto e filiforme. Hemingway, che l’adorava e non faceva nulla per nasconderlo alle sue molte mogli, restava di guardia quando lei nuotava nella sua piscina: «Sei così sottile, Miss Slimsky, che sei vai troppo sotto rischi di passare attraverso i filtri e finire nell’oceano»le diceva (Slim Keith 1916-1990); “Dicono che fosse la donna più spiritosa d’America. Ma probabilmente le sue battute migliori sonoandate perdute, perché erano talmente spinte da risultare impubblicabili.«Un amico sta cercando difare di me una signora, e il primo passo è stato strapparmi la promessa che non userò più certe parole» scriveva in una recensione, spiegando perché non poteva dire cosa pensava veramente di un libro. (Dorothy Parker 1893-1967).

Ancora una volta Cristina De Stefano, già autrice della delicata biografia Belinda e il mostro della poetessa, traduttrice e scrittrice italiana conosciuta con lo pseudonimo di Cristina Campo e, più recentemente dell’acclamato libro Oriana Una donna dell’indimenticabile giornalista Oriana Fallaci, ci conduce nella vita di donne dalle personalità forti e contraddittorie che hanno fatto della voglia di affermarsi il loro vessillo.

Il Novecento è stato un secolo contrassegnato da scoperte, tragedie e rotture sociali e, laddove la storia tracciava solchi profondi, una donna affrontava la sua battaglia personale. Dietro lutti, sofferenze e amare solitudini, i personaggi descritti dalla De Stefano hanno dimostrato tenacia e intraprendenza, dedizione assoluta a cause onorevoli. Uno di questi casi è quello di Margaret Sanger, l’infermiera che lottò strenuamente per l’affermazione della libertà sessuale della donna e fondatrice della clinica contraccettiva Birth Control Clinical Research Bureau e che fu sottoposta a una lunga serie di processi durante i quali reagì sempre con fermezza e dignità, sacrificando la propria vita privata familiare segnata dalla morte della cagionevole figlia Peggy per polmonite, per la cui sorte si incolperà e alla quale poco prima aveva scritto dal Canada:

Adorata Peggy il mio cuore vola da te. Mi piacerebbe vederti, anche solo per accarezzarti i capelli, ma c’è del lavoro da fare, mio tesoro, del lavoro che renderà la tua vita più facile, e anche quella delle donne che verranno dopo di te.

Dietro personalità di questo calibro, energiche, autoritarie e caparbie, si leggono fra le righe le ombre di esistenze afflitte da relazioni sentimentali complesse e talvolta impossibili, rese difficili soprattutto dalla natura ambivalente di individualità che raramente avrebbero accettato di essere rinchiuse in ruoli precostituiti di virtù e obbedienza, mettendo in luce l’eterno dilemma che dilania da sempre l’animo femminile, fra il dover essere e il voler essere.

VOTO: 7,5

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Cristina De Stefano
TITOLO: Americane Avventurose
EDITORE: Adelphi
PAGINE: 197
EURO: 18,00
ISBN: 978-88-459-2210-7

NOTA SULL’AUTRICE:

Cristina-de stefanoCristina De Stefano vive e lavora a Parigi come scout letteraria per case editrici di vari Paesi del mondo. I suoi libri sono stati tradotti in francese, tedesco, spagnolo e polacco. Ricordiamo Belinda e il mostro – Vita segreta di Cristina Campo (Adelphi 2002), Americane avventurose (Adelphi 2007) e il suo ultimo lavoro Oriana Una donna (2013).

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares