La briscola in cinque di Marco Malvaldi: la presentazione degli esilaranti dialoghi dei vecchietti del Barlume.

la-briscola-in-cinque-marco-malvaldi-sellerio-copertinaDesiderosa di leggere un giallo che non mi impegnasse troppo ho letto con molto piacere La briscola in cinque, primo romanzo di Marco Malvaldi ed edito da Sellerio.
Non conoscendo bene l’autore se non per gli elogi delle amiche ho deciso di leggere questo suo primo libro e lasciare in standby gli altri di Malvaldi che ho in libreria. Volevo prima capire che cosa avevano di così speciale “i vecchietti del Barlume” così amati dalla critica letteraria.

La briscola in cinque è stato una sorpresa per tanti punti di vista. Lo stile di Malvaldi è molto fresco e accattivante, la sua scrittura ha quegli spruzzi di fiorentino che mi hanno fatto entrare nel testo  come se fossi anch’io un’assidua frequentatrice del barlume e potessi dire la mia per scoprire l’assassino della ragazza uccisa a Pineta.

Pineta è la località balneare vicino a Livorno dove si svolgono i fatti. È stato trovato il corpo di una giovane ragazza in un bidone dell’immondizia e in paese oltre a creare scalpore poiché si tratta di omicidio, la notizia richiama l’attenzione perché la vittima è figlia di una famiglia da bene di Pineta.  I sospetti ricadono subito su due amici della ragazza uccisa, anche se questa pista non convince molto il gruppo dei vecchietti del Barlume e il suo barista che, un po’ per noia un po’ perché amanti dei pettegolezzi, iniziano a far un’indagine “pirata” discutendo le loro bizzarre opinioni sul delitto in questione tra una partita di briscola e una sana bevuta.

I vecchietti del barlume faranno chiacchiere su chiacchiere, litigheranno, scopriranno e mischieranno le carte del gioco fino a portare al vero assassino della ragazza facendo conoscere al lettore il punto di vista di chi spesso non è più considerato dalla società, il pensionato.

La briscola in cinque è un bel romanzo anche per questo: riesce a ricordarti quanto siano importanti per la società i nostri nonni e gli amici più anziani che spesso si stancano del troppo far niente e hanno bisogno di trovare qualcosa da fare per tenere viva la fiamma della vita.  È un bel romanzo per come è scritto, perché è pulito e scorrevole ma anche divertente e comico.
Ho apprezzato molto la scelta di raccontare la vita di provincia attraverso dialoghi e pettegolezzi da bar che alleggeriscono molto la lettura, al contrario di lunghe descrizioni o del solo punto di vista del narratore.

Insomma La briscola in cinque è stato una scoperta e non per la trama o per la storia dei personaggi, ma per tutto quello che gli ruota attorno, che Malvaldi ha saputo rendere strepitoso e vincente!

VOTO: 7 1/2

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Marco Malvaldi
TITOLO: La briscola in cinque
EDITORE: Sellerio – Collana La memoria
PAGINE: 184
EURO: 12,00
ISBN: 9788838922190
Formato Kindle:La briscola in cinque (La memoria)

NOTA SULL’AUTORE:

Marco-Malvaldi-scrittoreMarco Malvaldi (Pisa, 1974), di professione chimico, ha pubblicato con questa casa editrice i romanzi della serie dei vecchietti del BarLume (La briscola in cinque, 2007; Il gioco delle tre carte, 2008; Il re dei giochi, 2010; La carta più alta, 2012), salutati da un grande successo di lettori. Ha pubblicato anche Odore di chiuso (2011, Premio Castiglioncello e Isola d’Elba-Raffaello Brignetti), giallo a sfondo storico, con il personaggio di Pellegrino Artusi, Milioni di milioni (2012) e Argento vivo (2013).

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares