La logica del gambero di Maria Rosaria Selo: un romanzo intenso e malinconico in cui l’autrice svela il volto oscuro di un innocuo borgo medievale sospeso tra fede e superstizione, in un susseguirsi incalzante di sparizioni, delitti e misteri.

la logica del gambero-maria rosaria seloMaria Rosaria Selo è scrittrice, sceneggiatrice di documentari televisivi e cortometraggi. Con la delicatezza della neve soffice che riempie i vicoli di un paesino arroccato sulle montagne, Rosi Selo ci introduce con uno stile delicato ma incisivo in un mondo misterioso e nostalgico, in cui ogni protagonista sembra nascondere un segreto terribile da non rilevare. Tra passato e presente i destini dei protagonisti di La logica del gambero si intrecciano con quelli di Bianca, una ragazza dal fascino irresistibile, nella cornice cupa e spettrale di un borgo medievale chiamato Montoscuro.

In questo suo terzo romanzo l’autrice usa abilmente tutti gli elementi tipici del mystery, come il mistero, l’intrigo e la suspense, per condurre il lettore nell’atmosfera cupa e rarefatta tipica del genere. Uno dei protagonisti di La logica del gambero, Fabio Corbara, dopo molti anni decide di tornare a Montoscuro, il paese dove è cresciuto insieme ai suoi amici: Davide, Michele, Giulio e Bianca, prima di prendere i voti e diventare prete. Ogni cosa di quel luogo gli riporta alla memoria suo fratello Guido, tragicamente scomparso, e come se non bastasse la malinconia, un’improvvisa nevicata lo costringe a restare in paese insieme al suo amico Francesco.

Nel frattempo si viene a sapere della sparizione di una giovane ragazza, Beatrice, e così Fabio e Francesco vengono coinvolti nelle ricerche da Tommaso, un amico della scomparsa. Questo momento segna per Fabio l’inizio di un incubo che lo costringerà a fare i conti con il suo passato, e con un mistero che sembra appartenere a tutti gli abitanti di Montoscuro.

Quale inconfessabile segreto nascondono gli abitanti del paese? Cosa si cela dietro la morte di suo fratello Guido? Cosa hanno in comune la scomparsa delle due ragazze Bianca e Beatrice? Fabio sarà costretto ad andare a ritroso nel tempo con i suoi ricordi per capire chi ha rapito Beatrice, con la stessa strana logica del gambero, che per procedere in avanti deve muoversi all’indietro.

Un po’ come lo sperduto Overlook Hotel in Colorado di Shining, capolavoro del maestro del genere Stephen King, è proprio il paesino di montagna a svolgere un ruolo importante nel romanzo, non solo come ambientazione della narrazione, ma anche come involucro protettivo e segreto, dove i diversi personaggi, molteplici e tutti molto ben caratterizzati dall’autrice, celano i propri segreti più inconfessabili al mondo esterno.

Apprezzabile nel romanzo la cura riservata alla descrizione sia dei luoghi che degli ambienti, talvolta resi così reali dalla scrittura da trasmettere la sensazione al lettore di essere imprigionati sul serio in un spazio angusto e claustrofobico. I personaggi sono analizzati invece soprattutto dal punto di vista introspettivo, facendo spesso ricorso alle loro riflessioni e ai ricordi. Il cerchio si chiude nel momento in cui le vicende del passato si collegano al presente, mettendo in risalto l’eterna lotta dell’uomo nello scegliere tra il bene e il male, mentre la fede svolge il ruolo di sicuro rifugio verso gli oscuri demoni nascosti nella propria coscienza che emergono dal passato.

La logica del gambero è un romanzo ricco di pathos e colpi di scena, maturo nella scrittura e completo nella trama e per questo sicuramente da consigliare.

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Maria Rosaria Selo
TITOLO: La logica del gambero
EDITORE: Edizioni Cento Autori – Collana L’ Arcobaleno
PAGINE: 288
ISBN: 9788868720308

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi * sono obbligatori

Shares