Olga di carta

di Elisabetta Gnone

A Olga piacciono le storie. È una bambina dalla corporatura minuta, ancora troppo piccola per conoscere il mondo. Lo scopre grazie alla sua fantasia, che decide di condividere con gli abitanti del suo paese. Racconta storie per sconfiggere i mostri che fanno paura a grandi e bambini.
In paese quando Olga inizia una nuova storia si sparge la voce in fretta e accorrono sempre più ascoltatori, curiosi di conoscere chi sarà il protagonista del racconto.
La nuova storia che racconterà Olga a Parnisél detta Tomeo ha come protagonista Jum fatto di buio, un personaggio invisibile, triste e solitario, che si nutre di lacrime. Jum è triste perché essendo fatto di buio non possiede un’ombra che può fargli compagnia.

Ma chi è Jum? Che cosa racconterà Olga di questo personaggio fuori dal comune?

Olga di carta è un libro meraviglioso che aiuta a lasciar libera la fantasia, perfetto come lettura per ragazzi ma anche per noi adulti che dovremmo usare di più l’immaginazione nella nostra vita frenetica.
Edito da Salani in una splendida edizione illustrata, Leggeremania lo elegge Libro del mese di dicembre e perfetto come regalo di natale.

AUTORE: Elisabetta Gnone

TITOLO: Olga di carta – Jum fatto di buio

EDITORE: Salani

PAGINE: 215

ISBN: 978-8869183492

Una delle nostre citazioni preferite:

“I bui lasciati da chi se ne va e ci lascia per sempre, quelli, Jum, li gradisce più di tutto. Vuole sapere perché? Perché generano i lacrimoni più saporiti. Gocce enormi, ce scendono calde e copiose dagli occhi della gente, inzuppando federe e cuscini, e non c’è fazzoletto che riesca ad asciugarle: di quelle Jum va ghiotto! Sebbene, in tempi magri, non disdegni i radi goccioli di chi, per esempio, abbia un figlio lontano e di tanto in tanto si lasci andare alla malinconia: “sapore morbido, retrogusto alla mandorla con un tocco di miele. Si lasciano bere.”