Sei in: Accueil » Libri » Chirù di Michela Murgia

Chirù di Michela Murgia

Chirù, di Michela Murgia, è l’ultimo romanzo dell’autrice tanto atteso dai lettori. Ha deluso le aspettative? Assolutamente no: Chirù ed Eleonora saranno per sempre.

chirù-michela-murgia-copertina-libroChirù, di Michela Murgia, è arrivato a fine 2015, attesissima pubblicazione della casa editrice Einaudi. Centinaia di tweet hanno dimostrato quanto quest’ultima opera dell’autrice sarda fosse attesa, soprattutto da coloro che non possono dimenticare il fascino di Accabadora.

Chirù è una storia originale, la cui comprensione, temo, non credo sia affatto scontata. La vicenda coinvolge una donna matura e un giovane ragazzo, nemmeno maggiorenne. Non si tratta di una di quelle relazioni amorose a cui siamo abituati: Chirù non è il corrispettivo maschile di Lolita.

Eleonora è una donna consapevole di sè, che sceglie ogni giorno delle sua vita cosa comunicare al prossimo della propria persona: non ha affatto importanza che il messaggio corrisponda al vero o al falso, che sia tutto un bluff o meno. Fa parte di quel gruppo esiguo di persone che, dotate di una sensibilità non comune, hanno il potere di leggerti dentro e comprendere quali sono i tuoi talenti. Sono persone in grado di trovare le leve per far emergere il meglio di te: in altre parole, le persone come Eleonora ti accompagnano.

La storia di Eleonora e di Chirù è la storia di anime affini, che si incontrano per caso e si riconoscono istantaneamente. Sono come due bolle di sapone, portatrici di dolore e disillusione, che si avvicinano tanto da toccarsi ed unirsi, per poi tornare a librarsi nell’aria separatamente: una con il suo carico di felicità finalmente raggiunta, l’altra con l’energia e la consapevolezza di chi inizia ad affacciarsi alla vita.

La relazione di Chirù con Eleonora è esclusiva, senza dubbio non ordinaria: non mi stupisce minimamente che possa venir fraintesa, dai lettori e dai personaggi stessi. Solo per un piccolo momento nel Chirù di Michela Murgia sentiamo la puzza di un epilogo scontato e banale, ma per fortuna l’olezzo sparisce in fretta: tutto si conclude nel miglior modo possibile. La natura stessa di questo rapporto straordinario non conduce chi vi è implicato ad una relazione amorosa qualsiasi : sfiora lo scandalo, ma non se ne fa affatto travolgere. Segue, piuttosto, l’andamento naturale delle cose: l’accompagnatore, prima o poi, deve lasciare che l’accompagnato proceda con le proprie gambe e le proprie forze, e così accade in Chirù.

Le persone come Eleonora sono abituate a frequenti abbandoni; i giovani come Chirù, ancora troppo idealisti, credono che l’abbandono sia una rinuncia totale ad un legame. Non è così, ma è dura assimilarlo: il legame che unisce persone che decidono, con disinteresse, di accompagnarsi per un certo tempo, al fine di trasformarsi nella versione migliorata ed amplificata di sé, è una catena invisibile. Queste relazioni sono “vincoli” che dureranno per sempre, dai quali non si può più prescindere. Ciò non si avverte tanto nella materialità del quotidiano, quanto nel modo in cui si inizia ad approcciare il mondo, nella percezione che si ha di se stessi, in questo avvicinamento. Si prende coscienza che questo modo, determinato dall’affiancamento, ormai fa parte della propria essenza più intima.

In altre parole, Eleonora sarà sempre con Chirù e Chirù sarà sempre con Eleonora: ovunque essi siano.

VOTO: 8

SCHEDA LIBRO:

AUTORE: Michela Murgia
TITOLO: Chirù
EDITORE: Einaudi
PAGINE: 191
EURO: 18,50
ISBN: 9788806206338

NOTA SULL’ AUTRICE

michela-murgiaMichela Murgia è nata a Cabras nel 1972. Nel 2006 ha pubblicato Il mondo deve sapere (Isbn) che ha ispirato il film “Tutta la vita davanti” di Paolo Virzì, nel 2009 il suo più celebre romanzo Accabadora, vincitore del Premio Campiello 2010 e tradotto in ben venti paesi. Nel 2011 pubblica Ave Mary – e la Chiesa inventò la donna – saggio religioso che ha riscosso molto successo e nel 2012 il romanzo breve L’incontro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Chirù di Michela Murgia, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Autore

di formazione filosofica, ama leggere e viaggiare. Appassionata di cinema, non disdegna mai un tazza di caffè o un calice di vino. Nel web si sente a proprio agio e attualmente si occupa di content marketing. Quando non è impegnata a leggere o a scrivere, ama passeggiare per le vie della sua città, Napoli.

Numero di articoli : 13

Lascia un commento

Copyright © 2016 Leggeremania - Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Torna su